IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ruspe al lavoro a San Giuseppe di Cairo Montenotte per prevenire le alluvioni

Chiesta la collaborazione i cittadini affinché osservino il divieto di abbandonare detriti, masserizie o altri materiali sul greto di fiumi e torrenti

Cairo Montenotte. Ruspe in azione a San Giuseppe di Cairo Montenotte per  scongiurare il rischio alluvioni. A partire da lunedì in zona aprirà il cantiere con gli operai che si metteranno all’opera per  ripulire uno dei punti critici lungo la diga della frazione.

L’amministrazione ha affidato l’intervento alla ditta San Nicolò di Cairo, La zona interessata è quella dell’alveo del Bormida nella zona del ponte. Saranno anche tagliati gli alberi a grosso fusto in modo da evitare che, in caso di piogge abbondanti, i detriti ostruiscano il decorso delle acque. Un intervento che comporta un costo di 6mila e 800 euro. La Provincia ha concesso al Comune 20 mila euro per mettere in sicurezza il territorio ma i fondi arriveranno a marzo e potranno essere spesi solo nel 2016. Resta sempre lo studio da 17milioni di euro per la completa sicurezza idro geologica del territorio cairese.

L’amministrazione comunale, nel frattempo, ha chiesto la massima collaborazione anche ai cittadini affinché osservino il divieto di abbandonare detriti, masserizie o altri materiali sul greto di fiumi e torrenti.

Lo prevede un’ordinanza che è stata diffusa in vista delle imminenti piogge, in modo che i proprietari dei terreni possano intervenire per tempo. Ii privati, possessori di fondi vicini ai corsi d’acqua, dovranno provvedere alla manutenzione degli alvei e delle sponde, all’eliminazione della vegetazione cresciuta spontaneamente in corrispondenza dei terreni, allo sfalcio di arbusti e piante e alla rimozione di rami, rovi, canne e fogliame.

Un’ordinanza che riprende il codice civile e che il sindaco ha deciso di rispolverare come aveva già fatto lo scorso anno. “Lo scopo – dice Fulvio Briano – è quello di prevenire possibili allagamenti a causa delle piene. Ecco allora perché chiediamo la collaborazione dei cittadini per evitare problemi e garantire la sicurezza. Le operazioni di pulizia dei fiumi sono già iniziate. Interveniamo con risorse del Comune, l’aiuto della protezione civile che ringraziamo, un finanziamento della Provincia”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.