IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Raptus di follia a Varazze, identificato l’aggressore. Resta molto grave la vittima fotogallery

Riccardo Cinco, 44 anni, è stato operato ed ora è ricoverato in Rianimazione. Gli agenti della Squadra Mobile sono sulle tracce di un albanese di 23 anni

Varazze. E’ stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico Riccardo Cinco, 44 anni, l’uomo di Varazze aggredito da  un automobilista che lo stava falciando sulle strisce pedonali, davanti al Bar “La Beffa” di via Torino. Il 44enne, elettricista navale, si trova ora ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure: le sue condizioni restano molto gravi a seguiti del trauma alla testa subito nella feroce aggressione e rimane in prognosi riservata.

Secondo la ricostruzione degli investigatori Riccardo Cinco stava uscendo dal bar dove ieri sera si è svolta la serata del Nazzario Fest, quando è stato preso a pugni sul volto sull’attraversamento pedonale. Il suo aggressore è invece fuggito a tutta velocità, ma è stato identificato dalla Squadra Mobile della Questura di Savona: si tratta di un albanese del ’92, residente nel savonese e incensurato, regolare sul territorio italiano.

Probabilmente ha agito in preda ad un improvviso raptus: ora è ricercato dagli agenti. Il 23enne è stato identificato anche grazie alle testimonianze su targa e modello del veicolo che si era fermato prima di ripartire subito dopo l’aggressione. Allo stato attuale rischia l’accusa di lesioni gravissime.

Sul grave fatto di cronaca c’è sconcerto a Varazze, dove Riccardo Cinco era molto conosciuto, anche per lo storico negozio di alimentari dei genitori. Il sindaco Alessandro Bozzano conosce Riccardo e la famiglia e si è detto incredulo per quanto possa essere accaduto: “Davvero assurdo, sono rimasto senza parole…Un episodio imprevedibile e che lascia sgomento. Si dice spesso lavoriamo per la sicurezza etc etc etc…E poi una aggressione così, senza motivo, improvvisa”.

“Ora speriamo che Riccardo possa riprendersi e assicurare alla giustizia il responsabile di questa feroce aggressione. Personalmente, come amministrazione e credo tutta la cittadinanza sia vicina a Riccardo e alla famiglia per quanto successo” conclude il primo cittadino di Varazze.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Speriamo che pubblichino nome e cognome e foto.

  2. Scritto da Roy

    Quanto si stava meglio prima…..

  3. Scritto da Sergio Sanguineti

    Questo “gentiluomo” e’ il prodotto delle prime “risorse albanesi” sbarcate dall’Adriatico: s’accoda alle successive, benevolmente riguardate, purtroppo, nei tribunali. Insieme con il Signor Sindaco mi unisco nel formulare i migliori auspici per un pronto e favorevole decorso positivo per la diagnosi dai medici formulata per Roberto.

    1. Scritto da Sergio Sanguineti

      L’emozione e lo sdegno mi hanno sopraffatto, confondendomi… Intendevo Riccardo, alla famiglia del quale esprimo la mia umana solidarietà, oltre a rinnovare auguri di pronta ripresa per Riccardo.