IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Raddoppio “non prioritario”, Ghisolfo attacca Renzi e Delrio: “Ne abbiamo diritto”

Provincia. “Per il Governo Renzi l’aeroporto di Genova non è strategico, ma a quanto pare non è neppure prioritario il raddoppio ferroviario che collega Finale Ligure ad Andora”. Non si placano le polemiche sulla sempre più precaria situazione ferroviaria del ponente ligure: ad intervenire questa volta è il loanese Marco Ghisolfo, Coordinatore Regionale dei giovani di Forza Italia.

“Suggerirei al Ministro Delrio di prendere casa nel ponente ligure e, per un mese, di alzarsi tutte le mattine alle cinque per farsi un viaggio con i lavoratori che vanno a Savona o a Genova, oppure con gli studenti universitari pendolari o magari con i turisti che tanto amano le nostre terre – prosegue Ghisolfo – Forse si renderà conto che il doppio binario non è una priorità, ma una vera e propria urgenza”.

“Si tratta di un intervento che è oggetto di discussione da cinquant’anni – ricorda – e la Liguria continua a rimanere in una cronica emergenza infrastrutturale. Basti pensare alla frana che ha colpito il binario ferroviario dalle parti di Andora lo scorso anno o il guasto ad un locomotore ad Albenga che per diverse ore ieri ha paralizzato l’intero traffico ferroviario ligure, con molti treni soppressi o con pesanti ritardi. Se poi questo non fosse ancora sufficiente, ricordo che nei giorni scorsi era stata anche presentata una proposta che prevedeva la cancellazione di 36 treni Intercity liguri che solo il duro intervento del Presidente Toti parrebbe aver scongiurato”.

“Noi ponentini non chiediamo la luna – conclude il forzista – ma solo il diritto ad avere dei trasporti degni di un Paese civile, in una terra dalla forte vocazione turistica e che, piaccia o non piaccia al Governo, è il biglietto da visita dell’Italia data la sua posizione strategica. La nuova Amministrazione Regionale del Presidente Toti in questi pochi mesi ha già fatto tanto per recuperare il tempo perso in questi anni, ma è giunto il momento che il Governo nazionale, invece di perdere tempo a discutere di provvedimenti di dubbia utilità, si faccia carico della situazione e punti con convinzione sui liguri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da montenotte

    Ricordo che negli anni 70′, grazie alla litigiosità dei comuni del ponente che non si sono messi d’accordo su chi voleva a monte e chi a valle il raddoppio, è stata costruita l’alta velocità tra Roma e Firenze. Ora che tutti sembrerebbero d’accordo, un Ministro dice “non prioritario” il raddoppio su una linea internazionale. Credo che a pensar male a volte ci si azzecca:non è per caso che il ministro vuole proteggere le nostre FS che in caso di raddoppio vedrebbe arrivare il TGV francese sotto le nostre finestre misurando quello che funziona con le nostre inefficienze?