IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Raddoppio ferroviario non prioritario, Canciani (FI): “Binario unico è una vergogna”

"Uno schiaffo ai pendolari e ai turisti che vorrebbero un servizio migliore e non da terzo mondo"

Delrio afferma che il raddoppio Fs a ponente non è prioritario per il Governo. I rappresentanti liguri a Roma cosa fanno dormono? Come fanno i liguri a dare ancora fiducia a questo Governo dopo i disastri compiuti sia a livello regionale sia a livello nazionale?

Il binario unico da Finale ad Andora è una vergogna e uno schiaffo ai pendolari e ai turisti che vorrebbero un servizio migliore e non da terzo mondo.

Basta pensare all’inizio del 2014 quando una frana ad Andora sulla linea ferroviaria e il conseguente deragliamento poteva provocare una tragedia e che causò uno stop della circolazione dei treni per giorni e giorni danneggiando i pendolari e non solo.

I tempi di percorrenza sono fermi dall’inizio del secolo e i continui disagi per i turisti che nei periodi di festività e durante la stagione estiva meriterebbero più elasticità negli orari e meno ritardi, sottolineano ancora una volta come sia impossibile fare del turismo in Liguria una fonte principale di reddito per coloro che operano nei vari settori legati ad esso.

Per Delrio un’opera che metterebbe in comunicazione l’Italia con la Francia e la Spagna lungo la via mediterranea con treni ad alta e media velocità non è prioritaria? Mi tocco per vedere se è un incubo o se è realtà!
Tutto questo mi porta nostalgia dei tempi in cui a Roma si facevano progetti e venivano finanziati e appaltati lavori come l’Aurelia Bis, la tratta Fs da Ventimiglia ad Andora e l’Aeroporto Panero quando il Presidente del Consiglio era Silvio Berlusconi e Ministro delle Attività Produttive Claudio Scajola.

 

Matteo Canciani
Forza Italia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.