IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Protezione civile, torna la campagna “Io non rischio”. Giampedrone: “Far conoscere nuovo sistema di allerta”

In provincia di Savona si svolgerà in corso Colombo a Celle e in piazza del Popolo ad Albenga

Genova. Nella giornata in cui viene lanciata la campagna nazionale della protezione civile “Io non rischio” (che in provincia di Savona si svolgerà in corso Colombo a Celle e in piazza del Popolo ad Albenga), l’assessore regionale Giacomo Giampedrone ribadisce come l’informazione giochi un ruolo fondamentale: “E’ fondamentale aumentare la capillarità di informazione in un sistema che comunque conviverà con un rischio residuo anche quando saranno realizzate le grandi opere”, ha detto Giampedrone.

La conferenza stampa arriva nel giorno in cui è entrato ufficialmente in vigore il nuovo sistema di allerta che prevede fra l’altro le scuole chiuse e il blocco quasi totale della città con il rosso, una situazione simile all’attenzione con il giallo, mentre con l’arancione le attività didattiche saranno regolari ma dovranno essere messe in atto le norme di autoproduzione con la sospensione delle attività didattiche all’esterno della scuola e adozione piani di emergenza interni.

L’iniziativa “Io non rischio”, giunta alla quinta edizione, si terrà sabato e domenica. Per due giorni oltre quattromila volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi in circa 430 piazze distribuite su tutto il territorio nazionale per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

Nella nostra regione Anpas Liguria allestisce cinque postazioni affrontando due dei tre temi portanti della campagna. In particolare, a Celle verrà affrontato il tema dell’alluvione, mentre ad Albenga si parlerà di terremoto.

Anpas Protezione Civile

I punti informativi sono finalizzati ad accogliere la cittadinanza, divulgare materiale esplicativo e rispondere alle domande sulle norme di comportamento preventivo e contestuale, come conferma Lorenzo Risso, presidente di Anpas Liguria: “Purtroppo la nostra regione presenta delle caratteristiche e delle criticità per cui è utile essere informati su alcuni rischi, in particolare sull’alluvione. I volontari di Anpas nei giorni di sabato 17 e domenica 18 ottobre saranno a disposizione dei cittadini per spiegare e dare consigli utili nel caso si manifestassero eventi calamitosi. Pochi minuti di spiegazione da parte di persone competenti sono sufficienti per aiutare voi stessi e le persone che vi stanno attorno a correre meno rischi”.

“Io non rischio”, campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico, è promossa dal dipartimento della protezione civile con l’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

Anpas Protezione Civile

L’edizione 2015 coinvolge volontari e volontarie appartenenti alle sezioni locali di 25 organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile, nonché a gruppi comunali e associazioni locali.

L’elenco dei comuni interessati dalla campagna il prossimo 17 e 18 ottobre è online sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, dove è inoltre possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un’alluvione, un terremoto o un maremoto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.