IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra, debiti fuori bilancio. Cutturini (M5S): “Il Comune vuole insabbiare presunte responsabilità”

Pietra L. Debiti fuori bilancio per il Comune di Pietra Ligure e il consigliere comunale di minoranza del M5S Giancarlo Cutturini torna all’attacco della giunta e maggioranza pietrese.

“La giunta Valeriani vuole davvero fare chiarezza sulla controversa questione dei debiti fuori bilancio che gravano sul Comune di Pietra Ligure per alcune centinaia di migliaia di euro? A giudicare dagli ultimi eventi non si direbbe – dice l’esponente del Movimento 5 Stelle -. Come molti sanno, mesi fa è stata istituita una commissione speciale di indagine, cui è stata affidato l’incarico di ristabilire per quanto possibile la verità storica sui lavori e servizi svolti da diverse aziende a beneficio del Comune ma secondo procedure amministrativo-contabili irregolari, mettendo in luce le eventuali responsabilità amministrative e politiche. Il 24 giugno la Commissione di indagine, alla presenza del Segretario comunale, dell’Ing. Nolesio e di alcuni assessori decideva all’unanimità di convalidare la proposta di ingaggiare un tecnico esterno al Comune affinché procedesse all’esecuzione degli atti ispettivi necessari e allo studio della documentazione per poi riferire alla Commissione una volta concluso il suo lavoro. L’accordo in Commissione fu quello di incaricare l’Ing. Nolesio come relatore della decisione condivisa nei confronti della Giunta” racconta Cutturini.

“Tuttavia la Giunta ha vanificato la decisione della Commissione, liquidando l’Ing. Nolesio cui spettava la proposta del tecnico da incaricare con una equivoca “sospensione del mandato a procedere”, senza dare altre spiegazioni. Nella stessa riunione del 24 giugno si decideva inoltre di sottoporre al Consiglio comunale la delibera di proroga dell’attività della Commissione al momento in cui le indagini del tecnico fossero prossime a concludersi”.

“Ancora più grave è il fatto che nessuno in due mesi mi abbia avvertito della sospensione dell’iter concordato in commissione da me presieduta o che mi abbia chiesto di effettuare procedure alternative: ho appreso che il tecnico esterno non è mai stato nominato dall’Ing. Nolesio, in via confidenziale, solo agli inizi di settembre circostanza, tra l’altro, che pare essere ignota anche ad altri membri della Commissione, tra cui pure degli assessori”.

“Mi domando, se l’accordo deciso in consiglio era che non sarebbero intervenuti nella questione esponenti di Giunta appartenenti alla vecchia amministrazione per ovvie ragioni e quelli attuali erano presenti e concordi chi ha bloccato l’iter? E perché non sono stato avvisato direttamente e celermente della decisione presa in Giunta?”.

“Forse la maggioranza cercherà di lavarsene pilatescamente le mani, attaccandomi per non aver rispettato procedure non scritte da nessuna parte e tentando di screditare in ogni modo il mio operato per far ricadere su di me le responsabilità dell’accaduto. Ma quali sono le vere ragioni per cui la verità sui debiti fuori bilancio può attendere?” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Dopo aver ascoltato il consiglio comunale e la richiesta del presidente della commissione di inchiesta per ottenere una proroga sulla vita della stessa commissione pare proprio che questa abbia fatto un bel buco nell’acqua. In tutti questi mesi il presidente nonostant etutti i poteri su cui poteva contare non è riuscito a concludere nulla? Nemmeno lo straccio di un documento o di una relazione dei lavoriu svolti per accertare questi debiti fuori bilancio CHE DOVRANNO PAGARE I CITTADINI se sono dovuti o no e chi li ha generati? In tutti questi mesi cosa ha fatto, Sig. Cutturini? Cosa ha appurato di questa intricata faccenda oltre a lagnarsi e lamentarsi di essere tenuto all’oscuro o a chiedere improbabili proroghe? Occorre ricordare alla commissione e al suo presidente che i cittadini hanno il diritto di sapere. Oppure dobbiamo credere che forse la nuova politica è come quella vecchia?

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Piuttosto contorto come comunicato quello del portavoce Cutturini, al limite della comprensibilità… cosa voleva dire?
    Ma fino ad oggi cosa ha fatto in questa commissione che le hanno dato l’occasione di poter presiedere? Quali elementi ha appurato di questa vocenda? I lavori furono eseguiti? E lo furono correttmaenjt e e conformemente alle cifre richieste? Vi fu un affidamento formale? Vennero rispettate le norme di libera concorrenza e a quanto ammont ail danno erariale causato? Di chi sono le responsabilità , di funzionari di dirigenti o di politici? Come mai certe facoltà che avrebbe poituto rivendicare non le ha espletate lei direttamente? QUESTESONO LE COSE IN CUI LEI HA IL DOVERE DI RENDERE CONTO AI CITTADINI! NON VORRA’ MICA SPRECARE QUESTA OPPORTUNITA’ PER I CITTADINI?
    Serve a poco venire a lamentarsi che non mi hanno detto questo… o no mi hanno detto qauello… Sono forse giustificazioni..? Un presidente di una simile commissione può rivoltar eil ocmune e rapportarsi con gli organi giudiziari ed amministrativi superiori…a patto che sappia svolgere il suo compito.
    Da quello che scrive, con gravi accuse di boicottaggio non meglio formalizzate, sembra che lei in questa faccenda abbia le idee poco chiare nonostant eil lungo tempo trascorso da quando tutta la pratica è stata messa nelle sue mani.
    Inoltre un appunto…: come mai lei esterna (qualche ripetizione non guiasterebbe) in prima persona mentre le direttive al vostro interno (lettera di Fico e Di Battista di luglio) prescrivono chiaramente che “… 2) I portavoce eletti non possono essere organizer o assistant organizer del meetup.

    3) Gli organizer e gli assistant hanno un ruolo operativo e di facilitatori nei rapporti e nell’organizzazione interna, non hanno funzione di rappresentanza verso l’esterno.”
    Per essere la “nuova politica”…… vi vorrà mica far rimpiangere quella vecchia, quantomeno in materia di requisiti nell’istituzione delle commissioni.
    Per altri versi inoltre duole rilevare che in un precedente consiglio dove si parlò di bilancio l’unico spunto vitale e critico fu dovuto agl interventi del Consigliere Carrara mentre da part edel portavoce pentastellato non si udì nessuna dichiarazione critica di rilievo tantomeno su questi debiti fuori bilancio, dimostrando una certa “assenza” sull’importante tematica del bilancio in un comune come quello di Pietra Ligure dove le tasse sono ai massimi livelli!
    MAH…!