IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nasce “Cea Parco Costiero Piani d’Invrea”, il centro di educazione ambientale di Varazze

Il tratto di costa varazzino dalla Mola a Cogoleto è diventato uno dei punti di forza del turismo locale

Varazze. Si chiamerà “Cea Parco Costiero Piani d’Invrea” il nuovo centro di educazione ambientale del Comune di Varazze.

Il riferimento al “Parco Costiero dei Piani d’Invrea” non è casuale: “Il tratto di costa varazzino noto come lungomare Europa che si articola dalla Mola al confine con Cogoleto – fanno sapere dal palazzi civico – è uno degli ambiti della costa ligure più importanti dal punto di vista paesaggistico e naturalistico e in questi anni, a seguito della riqualificazione dell’ex tracciato ferroviario trasformato in percorso ciclo-pedonale che fa parte della rete ciclabile ligure, ha conosciuto un crescente numero di estimatori e frequentatori, facendone uno dei punti di forza del turismo locale”.

La zona in questione ospita una serie di peculiarità biologiche: “Valenze legate alla biodiversità sia terrestre che marina, un panorama di rocce di colore bianco-verdognolo e le serpentiniti di colore contrastante molto scuro (i cosiddetti scogli bianchi e neri), formazioni mediterranee di macchia e di bosco termofilo accanto ad alcune specie rare o di notevole valore biogeografico, che possono essere conosciute percorrendo quasi 5 chilometri di passeggiata lungomare a piedi, in biciletta e con i pattini. Le acque costiere costituiscono ambiente ideale per numerose specie animali marine ed i fondali sono popolati in particolare da praterie di Posidonia oceanica e Cymodocea nodosa. Le baie che si susseguono lungo questo tratto di costa rappresentano aree di sosta migratoria e di svernamento ideali per numerose specie di uccelli di tipologia acquatica”.

E’ in questo contesto, che rientra all’interno del Beigua Geopark, che l’assessorato all’ambiente, come già indirizzava la politica ambientale approvata nel febbraio ultimo scorso, ha individuato un punto preferenziale per le politiche di educazione ambientale e di sviluppo di uno sportello itinerante del Cea, con l’obiettivo finale di promuovere un laboratorio sul tema a carattere permanente.

Molte le iniziative di ulteriore rilancio, supportate anche da un nuovo logo del Cea del Comune di Varazze in corso di accreditamento presso il sistema regionale educazione ambientale, denominandosi “Cea Parco Costiero Piani d’Invrea” per racchiudere le eccellenze del territorio varazzino: “Il logo è una forma speculare a cuore che ingloba segni e colori legati al territorio, onde nella parte bassa, sole e terra in quella superiore. La C del Cea è evidenziata dall’onda blu, la E formata da filamenti della Poseidonia Oceanica che abbracciano la A per chiudere il tesoro di eccellenze territoriali. La lettera A, acronimo di ambientale, è sviluppata con la forma di una montagna con a fianco un’aria collinare per sottolineare la peculiarità del territorio varazzino articolata dal livello del mare fino alle quote montane”.

Il Cea ha appena presentato in Regione il catalogo dell’offerta didattica e di eventi territoriali con una serie di progetti didattici sulle tematiche del rischio idrogeologico, dell’educazione alimentare e non per ultimo della raccolta differenziata. Non mancheranno eventi a valenza nazionale e regionale rivolti a cittadini e turisti già a partire da novembre e dicembre, in continuità agli eventi già promossi con il “R…estate a Varazze”, il programma estivo basato sul tema del riciclo, sviluppato con laboratori ludici ricreativi direttamente sulle spiagge libere attrezzate comunali e nel centro storico.

Altro tema sviluppato dal “R…estate a Varazze” è stato quello della biodiversità : si sono susseguite escursioni, video proiezioni, cartoni animati sulle spiagge e soprattutto “A filo d’acqua”, attività di snorkeling nelle baie del Parco Costiero dei Piani d’ Invrea, dove è presente parte del Sito di Interesse Comunitario (Sic marino) della Rete Natura 2000. La promozione dei prodotti locali ha visto, inoltre, proposte di degustazione nelle vie del centro storico.

Ma l’attività educativa del Cea prosegue attualmente con i laboratori e progetti didattici nelle scuole varazzine, completando il percorso avviato a partire dalla primavera scorsa, in particolare con la conclusione di due percorsi di eccellenza che hanno visto la partecipazione al progetto Ecoscholl Fee da parte della scuola primaria Massone e dalla scuola dell’infanzia Nazario. E come non ricordare la “A Pesca e u Ma’” alla Marina di Varazze, giornata con le associazioni del territorio dedicata alle tradizioni marinare, in particolare alla pesca, con sottoscrizione del codice di condotta volontario pesca-ambiente del programma Bandiera Blu Fee da parte dell’associazione pesca sportiva, per non parlare giornata nazionale di “Puliamo il Mondo” sul primo tratto del lungomare Europa con protagonisti i bambini della scuola primaria G. Massone e la recente partecipazione alla campagna di buone pratiche di protezione civile “Io non rischio 2015” tenutasi lo scorso weekend in piazza Bovani.

Riciclo, raccolta differenziata, rischio idrogeologico, nuovo sistema di allerta meteo regionale sono oggetto di imminenti campagne di comunicazione, festa dell’albero, bicicletta lungo il Parco costiero dei Piani d’Invrea, un premio ambiente (del quale per ora non vi diciamo di più…),saranno di prossima realizzazione…..seguiteci su facebook.

Lo sportello informativo del Cea è aperto per informazioni ed iscrizioni agli eventi ogni venerdì dalle 10.30 alle 13.30 presso l’ufficio al piano terra del municipio di Varazze (tel.019.9390331).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.