IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Michele Galli e Francesco De Angelis portano al trionfo il B2 loanese

Preceduti Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato e Momo tedesco

Più informazioni su

Malta. Ora è ufficiale la vittoria overall in handicap IRC dell’italiana B2 nella Rolex Middle Sea Race. Il Tp52 di Michele Galli (YC Marina di Loano) con Francesco de Angelis skipper è stato proclamato vincitore overall dal Royal Malta Yacht Club e bissa così la vittoria nella classicissima maltese dopo quella del 2013. B2 ha vinto per soli 9 secondi in compensato su un altrettanto volitivo Mascalzone Latino.

In reale 9 secondi equivalgono a 7, il che significa che può essere bastata una sola onda tra le moltissime incontrate dai due nel periplo della Sicilia e delle sue isole minori a cambiare l’esito della regata.

L’equipaggio di B2 era il seguente: 1- Corrado Rossignoli, 2- Jaime Arbones, 3- Davide Pescuma, 4- Cristian Griggio, 5- Salvatore Pavoni, 6- Flavio Grassi, 7- Lorenzo Bodini, 8- Michele Galli, 9- Francesco de Angelis, 10- Nacho Postigo, 11- Michele Canoni, 12- Marco Cuglianich, 13- Francesco Scalicci, 14-Manuel Modena.

Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato con Matteo Savelli skipper conquista il secondo posto overall, mentre al terzo posto sale il Minimaxi tedesco Momo, vincitore in classe 1, che a bordo aveva anche gli italiani Michele Ivaldi, Matteo Auguadro e Diego Negri. Quarto è il J122 maltese Artie, primo dei piccoli e vincitore in classe 5. In classe 3 vittoria per il Ker 40 turco Arkas Flying Box. In classe 4 successo per il one off di Hong Kong Rockall IV. In classe 6 la vittoria dovrebbe andare al First 40.7 ceco Three Sisters.

In ORC successo di Mascalzone Latino su B2 e Three Sisters. Nella double Handed vittoria del First 40.7 Encore dell’irlandese Cronin che ha preceduto Paolo Semeraro e Andrea Caracci sul Neo 400 Carbon Dobuble Banlks Sails Racing. Nella Multihull successo in compensato per Paradox su Phaedo3. Nei Class 40 successo per l’italiana Green Challenge dei Verardo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.