IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Mi ha lasciato con un bacino”, ma intanto avvertiva il killer fotogallery video

Racconto shock di Renato Costa, l'80enne aggredito ieri: ecco come ha fatto a salvarsi

Savona. “Io e mio figlio siamo arrivati al portone, lui mi ha dato un bacino e se ne è andato…“. Fanno venire i brividi le parole di Renato Costa, 80 anni: e a far rabbrividire è la consapevolezza che, in quegli stessi istanti, il figlio Rinaldo stava avvisando via sms l’amico Andrea Invincibile perché portasse a compimento l’omicidio del padre. Quel padre che stava baciando.

renato costa

Un vero e proprio “bacio di Giuda”, dunque. Perché, durante quella colazione insieme, durante il tragitto a casa, durante quel fatidico “bacino”, Rinaldo Costa progettava di ammazzarlo. Un’idea coltivata da almeno un mese, e messa in atto ieri grazie ad Andrea Invincibile, killer assoldato con 10.000 euro per liberare il figlio dell’ingombrante presenza del padre nella casa di famiglia. Una casa che Rinaldo voleva per sé, e che invece temeva il padre potesse lasciare in eredità alla nuova compagna, una 49enne delle isole Mauritius.

E così, nella mente stravolta dal panico di Rinaldo, diventava sempre più imperativo uccidere il proprio padre prima che quest’ultimo potesse prendere la tanto temuta decisione e fare testamento in favore della donna. Renato doveva morire ora, ora che non c’era alcun pezzo di carta tra lui e l’eredità. E così inizia il piano con Invincibile, la partita a scacchi sugli spostamenti del padre e della compagna, inviati via sms al futuro assassino.

E’ il copione andato in scena ieri mattina. A colazione insieme, padre, figlio e la donna. Come una famiglia. Poi lei va a fare la spesa, e lui accompagna a casa l’anziano padre, cardiopatico e con un bypass. Mentre cammina invia ad Invincibile i messaggi ritrovati poi dai carabinieri: “Stiamo arrivando”. E Invincibile è pronto, col passamontagna in testa e i guanti di lattice: nascosto in casa, Andrea (43 anni) ha già deciso come uccidere Renato (80). Provocandogli un arresto cardiaco, schiacciandogli selvaggiamente la cassa toracica con le ginocchia; oppure soffocandolo, con un cuscino in faccia che Invincibile si porta da casa.

Savona, assolda un killer per uccidere il padre

Finirà per provare entrambe le soluzioni, ma senza successo: Renato afferra al volo la situazione e reagisce per primo. Urla “Brutto bastardo” in faccia a quell’assalitore mascherato e gli sferra due pugni in faccia, spaccandogli il labbro e facendolo sanguinare. Invincibile riesce comunque a buttarlo a terra (“forse con un calcio – ricorda Renato – o forse con una pistola elettrica”) e a salirgli sopra, ma non a soffocarlo: l’anziano tiene la testa inclinata di lato, e può respirare. Renato, 80 anni, cardiopatico, riesce ad avere la meglio: tira una ginocchiata nei genitali di Invincibile, lo afferra per il collo, gli strappa il passamontagna, la catenina. Urla, urla finché riesce ad attirare i vicini. E la storia finisce come sappiamo, con le indagini e l’arresto, mentre Renato se la caverà con tre costole rotte.

In ospedale sembra più arzillo di prima. E’ un piacere vederlo già in forze, nonostante le fratture e i segni sulle braccia. Pronto a raccontare l’accaduto, e per certi versi fiero si essersela cavata davanti a un assalitore con la metà dei suoi anni. Sentirlo parlare del figlio, però, mette i brividi: soprattutto quel “bacino”, che avrebbe dovuto essere l’ultimo gesto con cui un figlio condannava a morte il proprio padre. Per fortuna non è andata così, ma a far male a Renato è stato, nel primo pomeriggio di oggi, scoprire che dietro tutto c’era proprio lui: “Non ci credo, non ci credo – ha ripetuto più volte – se davvero l’ha fatto me lo deve dire in faccia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sergio Sanguineti

    Il “bacino” che ricorda il bacio di Giuda a Cristo, un “figlio perbene” che s’avvale d’una vecchia canaglia della Savona rossa, l’invincibile che, come i lupi, pare aver perso il pelo ma non il vizio della sua quarantennale “carriera”!… Se ne deduce che, in Italia, la galera non sia sufficiente come mezzo di correzione e di rieducazione… Quindi, soldi sprecati, spesi dai contribuenti… Oppure no?

    1. Scritto da ICO1

      Scusi ma che c’entra la Savona rossa e il resto????
      A me da semplice lettore sembra una vicenda squallida e triste di purtroppo ordinaria follia…..
      Non mi sembra che ci sia necessità di dire altro e trovare collegamenti…..
      Questa è purtroppo la natura di certe persone.

      1. Scritto da alvaro felici

        Ecco ICO1 tessera followes a gratise!
        ICO MY FRIEND!!!AMICOOOOOOO
        Un Abbraccio e stai pronto a decollare.
        Arvaro
        (IlFriendly)

    2. Scritto da alvaro felici

      La vicenda è di uno squallore e di una tristezza talmente grande che solo un commento del “tuttologo de noartri” poteva battere…A SANGUINE’ MA CHE STAI A DI’…
      MA la notizia della tartaruga non la commenti?Non sei bestiologo?
      Un Abbraccio
      Arvaro
      (IlBestiologo)

      1. Scritto da Sergio Sanguineti

        Anche se stai rompendo le scatole, puoi continuare ma stai facendo un buco nell’acqua ma posso tranquillamente affermare che io non sono né animalista (“bestiologo” da te definito) né “tuttologo” (il tuttologo è chi crede di essere capace a fare TUTTO, non chi possiede una cultura ben più vasta di chi ha il cervello che fa concorrenza al cervello d’una gallina!)…

        1. Scritto da alvaro felici

          Non mischiare le carte!Il tuo commento alla vicenda era inutile.

          Tutti i miei followers mi confermano questa cosa.Certo loro non vogliono esporsi contro una tale intelligentia de noiartri e preferiscono delegare ad un cervello di gallina.
          Tu hai dei followers?…ah già…tu a decollare non ci pensi neanche col tuo tragico e tristissimo latinorum dove vuoi andare…
          Non capirai mai…MA PROPRIO MAI!Tu e il tuo OlioRicinaeum.Tu E Lui.Che tristezza Sanguì.CHE TRISTEZZA.
          (hai pensato bene-bene ai tuoi eredi?No perchè con l’aria che tira…si sà mai…)
          Un Abbraccio
          Arvaro
          (IlBestiologo)
          ^^ ^^ ^^