IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano entrerà a far parte della Federazione Europea delle città napoleoniche

Nel 1795 la cittadina è stata teatro di un'importante battaglia napoleonica

Loano punta sul suo animo di “città napoleonica”. Venerdì scorso il primo cittadino Luigi Pignocca era a Bruxelles per partecipare alla cerimonia ufficiale con cui il consiglio europeo ha consegnato a Charles Bonaparte, erede di Napoleone e presidente di “Destination Napoleon”, la certificazione di “itinerario culturale europeo” ai progetti portati avanti dall’istituto internazionale.

“Destination Napoleon” è una rete internazionale che si propone di coordinare e creare collaborazioni operative fra città che sono stato teatro di eventi dell’epoca napoleonica e che ospitano rievocazioni legate a questo tema. L’obiettivo è quello di creare un circuito fruibile dall’intera cittadinanza europea in grado anche di poter raccogliere finanziamenti per implementare le attività svolte.

Il nostro comune – ricorda Luigi Pignocca – è stato sede di un’importante battaglia napoleonica, così come testimoniato anche dall’Arco di Trionfo di Parigi sul quale il nome di Loano figura al primo posto nell’elenco dei teatri di guerra. Grazie al prezioso contributo della ‘Associazione 51 Demi Brigade de Battaille’ presieduta da Andrea Puleo, da anni la città organizza rievocazioni storiche di prestigio per ricordare l’evento che interessò il nostro territorio nell’anno 1795. Ho accolto pertanto con favore l’invito della Federazione Europea delle città Napoleoniche a partecipare al conferimento di questo importante riconoscimento”.

Ma c’è di più: “Sono anche lieto di annunciare che a Bruxelles, nel corso del mio intervento, ho annunciato ufficialmente la nostra intenzione di far aderire Loano alla Federazione. Questo con lo scopo di cerare un comitato di pilotaggio locale per assicurare e coordinare le attività svolte a livello territoriale. Sarà l’occasione per creare nuove opportunità di sviluppo turistico e culturale nonché per dirottare sulla nostra città nuovi finanziamenti europei”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.