IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Licenziamenti Ata, è rottura: Cisl ritira la Rsu, “nessuna fiducia in questa dirigenza”

Savona. “Con la presente, la scrivente Organizzazione Sindacale, è a comunicare a tutti i Lavoratori iscritti di Ata SpA, che dal 20 ottobre 2015 verrà ritirata la delegazione Fit-Cisl in seno alla RSU aziendale di Savona e conseguentemente le relazioni industriali con questa dirigenza e direzione aziendale, così come ogni tipo di iniziativa, verranno gestite direttamente dalla Segreteria Territoriale”. Inizia così il comunicato con cui la Cisl annuncia il drastico provvedimento: niente più lavoratori dunque a rappresentare il sindacato in seno all’azienda, d’ora in poi tutto passerà dai tavoli della segreteria.

Una decisione, spiega Roberto Speranza, presa “al fine di tutelare coloro che svolgono attività sindacale all’interno dell’azienda, anche alla luce dei recenti fatti discriminanti e ritorsivi subiti dalla nostra sigla”: un chiaro riferimento ai licenziamenti di Lavagna e Cavaliere, membri appunti del sindacato e recentemente “cacciati” da Ata con l’accusa di violazioni di vario genere durante l’orario di lavoro. Una tesi che Cisl ha sempre combattuto, indicando invece come reale motivazione del provvedimento l’attività sindacale dei due.

“Negli ultimi anni in difesa dei lavoratori – ricorda Speranza – come Fit Cisl abbiamo intrapreso discussioni forti con i vertici aziendali, sempre cercando di fare il bene di chi ci chiede assistenza, entrando nel merito e utilizzando un corretto metodo di relazioni industriali. La strumentale volontà dei vertici aziendali di colpire dei soggetti particolarmente scomodi nel contesto aziendale e, tramite loro, la nostra sigla sindacale è stata, a nostro modo di vedere molto scorretta. Le relazioni sindacali hanno come fondamento la fiducia e la correttezza, cosa che purtroppo in questo momento, con questi dirigenti e con questa direzione aziendale, sono venuti meno”.

“Saremo sempre pronti ad intervenire – conclude – per difendere e dare assistenza a tutti i lavoratori iscritti facendo rispettare ancora più assiduamente il contratto di lavoro e i diritti e doveri in esso contenuti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.