IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La scuola incontra il futuro: al “Falcone” di Loano si studiano le nuove opportunità formative dei geometri

I professori incontreranno gli ordini professionali e le associazioni di categoria

Loano. Un incontro per programmare i nuovi indirizzi di studi in linea con gli sviluppi tecnologici nel settore delle costruzioni. E’ quello che si terrà lunedì tra i professori del corso geometri dell’istituto “Falcone” di Loano e i rappresentanti degli ordini professionali e delle associazioni di categoria.

All’incontro interverranno i rappresentanti del collegio dei geometri, dell’ordine degli architetti e dell’ordine degli ingegneri della provincia di Savona, oltre a dirigenti dell’Unione Industriali (della sezione Associazione Nazionale Costruttori Edili) e liberi professionisti nel settore delle amministrazioni condominiali e del settore immobiliare.

All’ordine del giorno sono previste discussioni aperte sulle possibili curvature del corso geometri del “Falcone” in relazione alla definizione del curriculum e alla caratterizzazione dei corsi per il triennio finale.

Tra i temi, la possibile creazione di un percorso formativo specifico nel capo del risparmio energetico, dell’informatica, dell’economia amministrativa, nel settore topografico e infine nel settore delle biotecnologie.

“Per il geometra del futuro si prospettano nuove figure – spiegano dal Falcone di Loano – e il nostro istituto vuole restare al passo ampliando l’offerta formativa e innalzando la qualità delle competenze dei propri allievi”.

Il dirigente scolastico Ivana Mandraccia commenta positivamente l’iniziativa che i professori hanno intrapreso su mandato del collegio dei docenti: “Stiamo lavorando per collegare meglio la formazione dei nostri studenti agli sbocchi occupazionali del territorio e per fornire ai nostri diplomati maggiori e più concrete opportunità di inserimento nel mondo del lavoro. Oltre alle esperienze di alternanza scuola-lavoro, che i nostri studenti svolgono già da diversi anni e che saranno potenziate alla luce della ‘Buona scuola’, l’obiettivo è quello di realizzare un percorso di studi orientato alle materie specifiche della professione del geometra, anche grazie al fatto che la scuola può avvalersi della presenza di insegnanti che sono anche stimati professionisti del settore.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.