IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giudice impone il divieto di dimora a Borgio e l’inquilino abusivo dell’ex colonie marine si arrabbia foto

L'uomo è accusato di occupazione abusiva di edificio

Borgio V. E’ stato processato per direttissima questa mattina in tribunale il cittadino kosovaro, Ekrem Kastrati, che è finito in manette con l’accusa di occupazione abusiva dell’ex colonia dei vigili del fuoco di Borgio Verezzi.

In aula l’uomo, che in passato era già stato arrestato per episodi simili, si è difeso e ha ribadito al giudice che quell’edificio è “casa sua”. Tanto che, quando il giudice gli ha comunicato la decisione di applicare nei suoi confronti la misura del divieto di dimora a Borgio Verezzi, l’imputato ha reagito mettendosi a gridare. “Non è giusto, quella è casa mia e io devo stare lì, ho l’asilo politico” ha detto Castrati prima di lasciare l’aula.

Il processo, vista la richiesta di termini a difesa, è stato rinviato al prossimo 29 ottobre. Kastrati, che in passato era già stato allontanato dall’ex colonia, era finito nuovamente in manette ieri pomeriggio al termine di un movimentato episodio.

Tutto era iniziato quando una squadra dei vigili del fuoco di Savona era arrivata nello stabile, di proprietà del Ministero dell’Interno, per svolgere alcune operazioni finalizzate all’inizio dei lavori di ristrutturazione dello stabile. I pompieri si erano trovati la strada sbarrata da Kastrati che, dopo essersi barricato nell’ex colonia, aveva iniziato ad insultarli pretendendo che loro andassero via da “casa sua”.

A quel punto erano stati allertati i carabinieri, ma al loro arrivo, anziché calmarsi, il kosovaro aveva continuato a dare in escandescenze minacciando ritorsioni. Nei confronti dell’uomo, che tra l’altro era già sottoposto alla misura di obbligo di firma in caserma, erano così scattate le manette per occupazione abusiva di edificio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.