IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Frana di Murialdo, la Sp 51 torna alle origini: nel weekend la completa riapertura fotogallery video

Nuovo sopralluogo sull'ultimazione dei lavori da parte del consigliere provinciale con delega alla viabilità Amedeo Fracchia

Murialdo. Sabato o al massimo domenica prossima per la riapertura a doppio senso di marcia della Sp 51 di Murialdo, dopo la frana che aveva costretto alla chiusura del tratto di viabilità, con la successiva costruzione di un ponte militare e di una strada alternativa per bypassare l’evento franoso.

Oggi pomeriggio nuovo sopralluogo del consigliere delegato alla viabilità per la Provincia di Savona e sindaco di Roccavignale Amedeo Fracchia, che ha rassicurato sull’apertura entro il weekend della strada provinciale. Completamento dell’asfaltatura e segnaletica per questa settimana, poi ultimi ritocchi prima di un definitiva verifica tecnica per la riapertura del tratto di viabilità.

“In un momento come questo nessuna cerimonia ufficiale, finalmente dopo cinque anni di riapre e questo è sufficiente. Fortunatamente la Provincia è stata ancora in grado di mettere a disposizione risorse per completare l’intervento di messa in sicurezza e garantire una riapertura a doppio senso del tratto, che torna alle sue origini..” ha detto Amedeo Fracchia.

Con il ritorno alla normalità della Sp 51 sarà smantellato il ponte militare che attraversa il fiume Bormida così come la strada provvisoria. E continueranno i monitoraggi del versante.

L’evento franoso determinante risale a 17 gennaio 2011 ed ha coinvolto il muro di sostegno della strada provocandone il crollo parziale, nonché la frana di una porzione consistente del piano stradale per circa 50 metri: il materiale ha anche invaso parzialmente l’alveo del fiume Bormida. La frana ha colpito in corrispondenza di un versante molto scosceso e il materiale crollato è stato stimato complessivamente intorno ai 40.000 metri cubi.

Un intervento lungo e molto costoso: i lavori di messa in sicurezza del versante franato sono stati composti da due lotti funzionali: il primo di importo pari ad euro 2.480.000 ed il secondo pari ad euro 1.000.000. Il primo, già completato, era finalizzato alla messa in sicurezza del versante, mente il secondo lotto era necessario per la ricostruzione della porzione di strada e i relativi interventi di ripristino del tratto di viabilità provinciale, lavori che dovrebbe essere ultimati entro questa settimana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.