IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale aderisce al bando regionale per l’edilizia scolastica

Finale Ligure. Ai sensi della Legge 13 luglio 2015 nr 107 con oggetto la riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione, il Comune di Finale Ligure ha aderito al bando regionale per accedere ai finanziamenti che sul territorio ligure consentiranno la realizzazione di nuovi edifici scolastici nel Comune di competenza.

Come spiega il vicesindaco del Comune di Finale Ligure Clara Brichetto, “uno dei criteri per poter accedere al bando regionale è che il Comune sia proprietario dell’area oggetto del possibile intervento: in tal senso Finale Ligure può disporre dell’area compresa tra l’Istituto Alberghiero ed il campo sportivo Borel, per la precisione già destinata ad opere di questo tipo da quanto stabilito nel PUC. Altro criterio per l’assegnazione è che vengano realizzate opere finalizzate alla razionalizzazione della rete scolastica esistente e conseguentemente all’accorpamento di più sedi attualmente operative, in modo da perseguire la realizzazione di un “sistema scolastico” che favorisca l’integrazione tra il territorio e gli istituti in esso già presenti.” Prosegue precisando come “il nascente nuovo istituto scolastico dovrà presentare livelli di innovazione didattica tali da permettere la sperimentazione di nuove tecniche e di nuovi livelli di apprendimento”.

La somma complessivamente messa a disposizione dal bando sarà spalmata su di un numero variabile di interventi da uno fino a cinque. Nella progettazione realizzata dal Comune di Finale Ligure, la nuova scuola comprenderà asilo nido, scuola materna e scuola primaria con annessi servizi quali mensa e palestra. Titolo maggiore avranno le proposte formulate da più Comuni congiuntamente: a tal fine Finale Ligure, oltre a partecipare unitamente ad Orco Feglino grazie all’Unione tra le due Amministrazioni, si vedrà affiancata da Calice Ligure e Rialto. Quattro Amministrazioni quindi che cooperano per un importante progetto comune. Il nuovo polo scolastico sorgerà in Finalborgo, ove in passato era stata chiusa la scuola primaria per l’accorpamento a quella di Finalmarina.

Il progetto sarà basato sul concetto di edificio scolastico come “terzo educatore”, nella consapevolezza che le sue caratteristiche tipologico-prestazionali abbiano un ruolo decisivo nel determinare la qualità dell’insegnamento, che metta a capo lo studente quale centro dell’apprendimento basato sull’integrazione del sapere. Sono previsti laboratori, spazi per gli studenti e per gli insegnanti, un’aula polivalente multimediale. Partendo da questi nuovi concetti sarà quindi possibile far emergere un nuovo concetto di scuola, aperta, flessibile, che diventa centro culturale, di formazione e di aggregazione culturale.

“Si tratta di un intervento estremamente importante per tutte le amministrazioni coinvolte – conclude Brichetto – essendo la formazione e l’istruzione una delle maggiori priorità: una scuola innovativa fornisce una formazione, non solo scolastica, di grande importanza per il futuro dei nostri figli e nipoti e quindi per il nostro futuro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.