IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, cambio alla guida de “Il Letimbro”: Marco Gervino è il nuovo direttore

Subentra a don Angelo Magnano che guidava il giornale dal 2002

Savona. Il Letimbro, la più antica fra le testate cattoliche tuttora esistenti in Italia, da questo mese è guidata da uno dei direttori più giovani. Marco Gervino, 34 anni, savonese, giornalista professionista, è infatti il nuovo direttore del mensile diocesano che iniziò le pubblicazioni del 1892.

Già collaboratore dal 2003 e caporedattore della struttura dal 2009, Gervino subentra a don Angelo Magnano che guidava il giornale dal 2002 e che rimane comunque direttore responsabile. Don Magnano, come spiega nell’editoriale su Il Letimbro in edicola da oggi, lascia per i suoi crescenti impegni pastorali nella parrocchia di Cogoleto (dove è parroco da circa un anno).

“Dopo essermi consultato col vescovo, ho scelto di passare la mano e ho suggerito di affidare la conduzione del mensile a Marco – spiega don Angelo – monsignor Lupi ha condiviso pienamente questa scelta, che appariva a entrambi un passaggio naturale, e ha nominato il nuovo direttore. Marco ha accettato con entusiasmo chiedendo però che rimanessi perlomeno nel ruolo di responsabile e io, con piacere, ho accettato. D’altra parte a Marco mi lega un rapporto di amicizia e collaborazione che, iniziato nei primi anni duemila, si è rafforzato sempre più con la sua progressiva assunzione di responsabilità in ambito diocesano”.

Il timone editoriale passa così a Gervino: professionista dal 2009, già responsabile dell’Ufficio stampa della Diocesi di Savona-Noli dal 2011, collaboratore di Avvenire ha tra le sue esperienze quelle in tv come redattore a Sport Mediaset e collaboratore a Telenova, oltre alle collaborazioni con Sette, La Repubblica-Metropoli e Il Secolo XIX.

Il Letimbro è stato e resterà un giornale cattolico aperto al dialogo, uno spazio forte delle sue idee, ma libero e, proprio per questo, strumento ben più efficace rispetto a un foglio ‘di sacrestia’, come ama dire don Angelo – afferma Gervino nel suo editoriale, sempre su Il Letimbro di ottobre – da lui ho imparato molto, come giornalista e come uomo: dal 2003, quando iniziai a collaborare a Il Letimbro, fino a questi ultimi anni quando ho avuto il piacere di lavorargli affianco, costruendo un rapporto che va oltre l’aspetto esclusivamente professionale. Per questo ho chiesto a don Angelo di rimanere come responsabile, un garante che, forte della sua autorevolezza, potrà sempre esprimere la sua opinione”

“Inoltre sembrava a entrambi privo di senso interrompere una un’intesa che in questi ultimissimi anni ha consentito a Il Letimbro di crescere sia in qualità sia in quantità con un aumento della diffusione e dei lettori – prosegue il neodirettore – abbiamo fatto molto, ma proveremo a fare ancora meglio, a regalare ai lettori qualcosa di nuovo, mese dopo mese, con anteprime, inchieste e notizie dal nostro territorio, anche dalle realtà più piccole. Il mio impegno, anzi il nostro impegno, è fare in modo che Il Letimbro piaccia sempre di più, magari possa far riflettere o anche solo regalare un momento di relax intelligente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.