IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Comitato portuale, 150 mln di investimenti. Bitume stoppato? Miazza: “Vedremo…”

Bitume, progetto stoppato? Il presidente Miazza: "Questione in itinere, attendiamo la delibera della Conferenza Stato-Regioni"

Savona. Un documento che ancora ufficialmente non c’è, tuttavia la riforma dei porti, con il possibile e contestato accorpamento tra Savona e Genova, ha tenuto banco nel corso del Comitato portuale che si è svolto questa mattina presso l’Authority savonese, alla presenza dell’assessore regionale Edoardo Rixi: “Non vogliamo un provvedimento calato dall’alto e non discusso con i territori ed in particolare con una realtà portuale come quella ligure. Da parte del Governo contenuti e atteggiamenti sbagliati: bisogna lavorare su una unità di sistema nel rispetto delle autonomie, ragionando su un’ottica di mercati e secondo le esigenze degli operatori”.

bitume savona

“Per ora la riforma non c’è ancora e nella proposta del Governo le idee restano confuse e contraddittorie. Manca una prospettiva di governance vera della portualità, si vuole una linea accentratrice che non porterà alcun vantaggio” aggiunge l’assessore Rixi.

“Serve una visone di intenti comuni de Comitati portuali della Liguria e fare una proposta al Governo che rafforzi il sistema ligure” conclude.

Per il presidente dell’Autorità Portuale Gianluigi Miazza: “La riforma ancora non è stata prodotta e quando ci sarà ne prenderemo atto. Aspettiamo l’esito del percorso avviato dal Governo e in seguito faremo le nostre valutazioni”.

Il Comitato portuale ha dato via libera al piano triennale delle opere pubbliche previste per il comprensorio portuale di Savona-Vado fino al 2018, per un totale di 150 mln di investimenti complessivi: per il 2016 ci sono 20 mln a bilancio, lavori e opere di sviluppo strategico e in attuazione del Piano Regolatore Portuale, oltre ad interventi di amministrazione ordinaria.

L’Autorità Portuale conferma grande attenzione agli aspetti ambientali e urbanistici, individuando le risorse per diversi interventi di riqualificazione urbana e risanamento del litorale, anche in ottemperanza ai protocolli d’intesa siglati con il Comune di Savona ed il Comune di Vado Ligure, per l’attuazione dei “Progetti Integrati Urbani”.

Per quanto riguarda il bacino di Savona si prevede il riordino della spiaggia “Eroe dei due mondi”; la demolizione del capannone T1 e la sistemazione delle aree limitrofe; la risagomatura del terrapieno di Zinola con sistemazione degli arenili e dei locali di servizio e lavori per l’attraversamento ferroviario del Prolungamento a mare; una serie di interventi di manutenzione straordinaria su aree ed immobili, ferrovie nei due bacini portuali a Vado e Savona (in totale 5,5 mln di euro).

Nel caso del porto di Vado, saranno avviati diversi interventi funzionali alla realizzazione della piattaforma multipurpose: la viabilità in sovrappasso all’Aurelia; la realizzazione dei nuovi oleodotti nell’area S16; l’adeguamento del terminal ferroviario intermodale di Vado Ligure; la messa in sicurezza del torrente Segno; il rifacimento della passerella ciclo-pedonale alla foce del torrente ; gli impianti per l alimentazione elettrica della piattaforma; la realizzazione di una nuova viabilità e dei varchi portuali dedicati alla piattaforma (14,6 mln di euro).

Il Comitato ha anche approvato il rilascio di una concessione quadriennale alla Mondomarine spa per l’uso della catenaria presente nel tratto di mare antistante la banchina nord-est del bacino portuale di Savona per l’ormeggio di imbarcazioni della lunghezza fino a 60 metri.

Infine una battuta del presidente Miazza sulla questione bitume, dopo che le indiscrezioni arrivate dalla Regione parlano ormai di un “progetto stoppato”, finito al centro delle polemiche e del dibattito politico savonese: “Da quello che mi risulta il discorso progettuale è ancora in itinere e sono in corso attività e verifiche. Dobbiamo attendere la delibera che verrà adottata dalla Conferenza Stato-Regioni. Per ora le voci non le considero, si vedrà anche a secondo delle decisioni finale dell’azienda”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.