IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Città dei Papi”, a Savona presentato il nuovo Centro diocesano pastorale fotogallery

Savona. Ospitata proprio nella rinnovata struttura di via Dei Mille 4 a Savona, si è svolta la conferenza stampa sull’apertura ufficiale del nuovo Centro diocesano pastorale “Città dei Papi” e sul ricco programma di iniziative preparato in occasione dell’inaugurazione del 10-11 ottobre.

centro pastorale diocesano

All’incontro, moderato dal direttore dell’Ufficio stampa diocesano Marco Gervino, sono intervenuti il vescovo Vittorio Lupi, l’assessore comunale alle politiche sociali Isabella Sorgini – in rappresentanza del sindaco di Savona Federico Berruti – il vicario generale don Antonio Ferri e Mirko Novati, coordinatore-gestore delle attività, struttura restaurata grazie anche al contributo, per quanto riguarda gli arredi, della Fondazione De Mari.

“Città dei Papi” il nome scelto per il nuovo centro pastorale diocesano ha un significato ben preciso, anzi ne ha più d’uno. Innanzitutto vuole essere un omaggio alla storia di Savona che spesso ha intrecciato quella della Chiesa, anche recentemente con la visita di Benedetto XVI nel maggio 2008. Come non ricordare poi i pontefici rovereschi Sisto IV e Giulio II, grandi mecenati del Rinascimento? Per non parlare di Pio VII che per anni fu qui prigioniero di Napoleone e che, proprio 200 anni fa, incoronò al Santuario la statua di N.S. di Misericordia. Una lunga permanenza che fa di Savona una delle principali sedi pontificie, dopo Roma, alla stregua di Avignone o Viterbo. E allora ecco che “Città dei papi” è un nome quanto mai adatto, specie per una struttura che vuol diventare un luogo di cultura, di scambio, di partecipazione.

Il centro sarà infatti la sede di numerose realtà diocesane nonché il modo più facile per rapportarsi con la Chiesa di Savona-Noli, un privilegiato punto di incontro con i fedeli e con l’intera città che segnerà anche uno stile innovativo di collaborazione e apertura. Proprio in quest’ottica è stata preparata la due giorni di iniziative che inaugurerà ufficialmente il nuovo Centro diocesano pastorale: testimonianze, spettacoli per la famiglia, approfondimenti, occasioni di incontro per Savona e per la diocesi tutta.

L’attività del Centro pastorale può essere riassunta nei seguenti quattro verbi: informare, coordinare, aiutare, offrire. Informare: il Centro pastorale riceve dagli Uffici e dalle associazioni presenti le informazioni sulle attività e sui programmi e le farà conoscere attraverso uno sportello informativo presente nella struttura. Coordinare: il Centro consente una maggiore sinergia tra i diversi settori della pastorale sul versante della formazione e delle proposte alla città e alla diocesi, di modo che si potranno immaginare facilmente iniziative di carattere trasversale, cioè riguardanti operatori pastorali di diversi settori a loro affini. Aiutare: il Centro si adopera affinché ogni iniziativa proposta dalle organizzazioni presenti e richiesta dai soggetti ecclesiali sul territorio risponda a uno stile di formazione che vuole essere esperienza spirituale di vita e non solo l’ascolto di tante parole. Previsti anche incontri seminariali, laboratori, lavori di gruppo, confronti con esperti, condivisioni e valutazioni di esperienze. Offrire: il Centro mette a disposizione alcuni suoi spazi anche per la città. Sono quattro sale con diversa capacità di accoglienza.

Avranno sede nel Centro gli uffici pastorali per: catechesi, liturgia, missione, comunicazioni sociali, pellegrinaggi, salute, famiglia, problemi sociali, lavoro, custodia del creato, scuola, giovani, sostegno economico chiesa cattolica, vocazioni.

E numerosi coordinamenti e associazioni: AC – azione cattolica italiana, ACLI – associazioni cristiane lavoratori italiani, AGESCI – associazione guide e scout cattolici italiani, CIF – centro italiano femminile, CSI – centro sportivo italiano, MAC – movimento apostolico ciechi, UNITALSI – unione nazionale italiana trasporto ammalati lourdes santuari italiani, Libera (Coordinamento provinciale) e associazio¬ne don Beppe Diana, FISM – federazione italiana scuole materne, CISM – conferenza italiana superiori maggiori, USMI – unione superiore maggiori italiane, Consulta diocesana delle aggregazioni laicali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.