IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caso Marò, Vaccarezza e Muzio: “Fiocco giallo nel Gonfalone della Regione”

Regione. Il capogruppo di Forza Italia in Regione Liguria, Angelo Vaccarezza, ha presentato, insieme al consigliere Claudio Muzio una proposta di legge per inserire un fiocco giallo all’interno del Gonfalone della Regione Liguria in segno di solidarietà ai due fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, lo stesso fiocco che il capogruppo indossa in ogni sua apparizione pubblica e durante le sedute del Consiglio Regionale e che gli ha fatto meritare la tessera onoraria del Gruppo Nazionale Leone di San Marco.

“La vicenda dei due militari è, purtroppo, fin dagli inizi ben nota a tutti – spiegano i due consiglieri – Ormai da tre anni e mezzo i due sergenti Girone e Latorre sono ingiustamente accusati di omicidio e sono, di fatto, tenuti arbitrariamente prigionieri dallo Stato indiano. Quest’ultima circostanza, più di tutte, appare assolutamente inaccettabile, anche alla luce delle ultime vicende relative alle verifiche balistiche sui proiettili, ai quali i media hanno dato ampio risalto”.

“L’ennesima manifestazione di vicinanza a due nostri compatrioti – spiega Vaccarezza – Credo che molti ricorderanno anche lo striscione appeso fuori del Palazzo della Provincia di Savona, rimosso da mano ignota (non tanto), il giorno dopo della fine del mio mandato da Presidente”.

“Inserire il fiocco giallo nel gonfalone – continua Vaccarezza – è un messaggio di solidarietà nei confronti di due militari italiani, due servitori dello Stato, privati unilateralmente dall’India della loro libertà personale senza che sia stata provata, nei loro riguardi, alcuna colpa in un procedimento giudiziario assolutamente imparziale, anzi emergendo nel corso del tempo sempre maggiori dubbi sulla loro colpevolezza”.

Nelle intenzioni dei proponenti anche un auspicio: che tale modifica sia solo temporanea, fino a che i due marò non saranno scagionati da ogni ingiusta accusa e potranno tornare liberamente in Italia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sergio Sanguineti

    Bravo, Vaccarezza!… Finalmente esibisci ufficialmente il simbolo dello sdegno che pervade ogni Italiano, ogni mentalmente onesto cittadino che senta almeno in barlume del senso civico e dello spirito nazionale, deriso e calpestato dai noti “integerrimi” che, anzi, hanno dall’inizio sprezzantemente criminalizzato ed infangato l’onore di questi due eroi nazionali, vittime di canaglie cui nulla importa dei trattati e delle convenzioni internazionali da essi stesse firmate ma beffardamente ignorate, insieme con i più elementari principii del Diritto Internazionale. Congratulazioni, Vaccarezza!