IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cartella esattoriale annullata, Equitalia condannata a pagare le spese legali

Il giudice di pace di Savona ha accolto il ricorso presentato da un cittadino

Savona. Una cartella esattoriale da 2934,38 euro annullata e Equitalia Nord Spa che viene condannata a pagare le spese legali del cittadino che aveva presentato il ricorso. Stavolta ad avere ragione non è stata, come accade di solito, la società di riscossione, ma la persona che aveva presentato il ricorso contro alcune sanzioni amministrative.

A dare ragione ad un savonese, che era assistito dall’avvocato Luca Gandalini, è stato il giudice di pace di Savona Stefano Boero che, qualche mese fa, ha accolto il suo ricorso contro una cartella esattoriale risalente al novembre del 2014. Nello specifico Equitalia chiedeva il pagamento di quattro sanzioni amministrative emesse dal Comune di Genova che però, come ha sostenuto la difesa, non erano state correttamente notificate al cittadino.

La notifica delle multe in questione infatti non solo era state fatta fuori dai termini previsti dalla legge, ma all’automobilista non sono mai arrivate nemmeno le “cartoline” che avrebbero dovuto informarlo delle sanzioni. Di conseguenza, ignaro di essere stato sanzionato, l’uomo non ha mai pagato nulla al Comune. Di qui la notifica della cartella esattoriale che è stata poi impugnata.

Prima di arrivare dal giudice di pace, tra l’altro, il legale del cittadino aveva presentato un’istanza di sgravio al Comune di Genova che però non ha mai risposto a quella richiesta. Di qui l’apertura della vertenza davanti al giudice che si è chiusa proprio con la sentenza di condanna per Equitalia al pagamento delle spese legali (per un totale di 1100 euro) e con l’annullamento della cartella.

Tra l’altro l’avvocato Gandalini, a sostegno della sua tesi difensiva, aveva depositato anche un documento nel quale il Comune di Genova, di fatto, ammetteva di aver commesso un errore materiale nella notifica delle sanzioni e una precedente sentenza che aveva già annullato una di quelle multe.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.