IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calizzano, il sindaco Pierangelo Olivieri eletto vicepresidente del Consiglio delle Autonomie Locali foto

Insediamento per il nuovo Consiglio delle autonomie locali della Liguria

Calizzano.  Il sindaco di Calizzano, l’avvocato Pierangelo Olivieri, è stato eletto vicepresidente del consiglio delle Autonomie Locali.

A dare l’annuncio è stato il consigliere regionale di Forza Italia ed ex presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza. “Sono molto soddisfatto nell’augurare buon lavoro all’amico Pierangelo, esprimo la più viva soddisfazione per veder riconosciuta con la sua nomina l’impegno e la serietà con cui i sindaci dei piccoli comuni svolgono un compito tutt’altro che semplice”.

Il Consiglio delle autonomie locali (spesso denominato semplicemente CAL) è un organo previsto dall’art. 123, comma 4 della Costituzione della Repubblica Italiana, che impegna le Regioni a prevederne l’istituzione nel proprio Statuto regionale. E’ composto dai rappresentanti degli enti locali (Comuni, Province, Comunità Montane). Ha funzioni consultive ed è finalizzato al coordinamento fra la Regione e il suo sistema di enti locali.

Giorgio Guerello è stato confermato presidente, Pierluigi Vinai, segretario generale di Anci Liguria, è stato nominato segretario del CAL.

L’elezione si è svolta questa mattina nel corso della seduta di insediamento del nuovo Consiglio delle Autonomie Locali, che si è tenuta presso la sede della Città Metropolitana di Genova.

Con l’insediamento del nuovo CAL si completa così la composizione degli organi di rappresentanza regionale, all’insegna della sinergia e della collaborazione fattiva e costante tra gli enti locali nell’interesse della comunità del territorio ligure.

Le procedure di insediamento, che hanno preceduto l’elezione, sono state coordinate dal presidente del Consiglio regionale Francesco Bruzzone. “Nonostante il Titolo V della Costituzione sia oggetto di una revisione profonda che potrebbe condurre, tra l’altro, all’abolizione di organi come il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro, – ha dichiarato il presidente Bruzzone –  l’importanza dei Consigli delle Autonomie locali non viene messa in discussione dal legislatore. Il Cal, infatti, imposta un nuovo modello di collaborazione tra la Regione e gli Enti locali, rafforzando la cooperazione istituzionale”.

Il presidente ha, quindi, ripercorso la storia del Consiglio delle autonomie locali della Liguria, istituto nel 2006, fino  al 2011 quando la riforma legislativa ha determinato, fra l’altro, la riduzione del numero dei componenti del Cal, l’aumento percentuale dei componenti elettivi del Consiglio rispetto ai componenti, il diretto coinvolgimento di Anci e URPL e la semplificazione dei procedimenti. “In questa nuova configurazione, il Consiglio delle Autonomie locali ha sperimentato un forte impulso della propria attività e sono convinto – ha concluso il presidente – che il Consiglio che insediamo oggi valorizzerà ulteriormente il proprio ruolo istituzionale, partecipando ancora più attivamente al processo legislativo regionale”.

Il presidente Giorgio Guerello, subito dopo l’elezione, ha ricordato i suoi predecessori, Marzio Favini, già sindaco di Castelnuovo Magra, e Alessandro Repetto, già presidente della Provincia di Genova. Il neo presidente ha auspicato un più forte impegno di tutto il Consiglio delle autonomie locali nella futura attività legislativa: “Chiedo la massima partecipazione di tutti i componenti – ha aggiunto – ai lavori del Consiglio” e ha annunciato che esistono già tre proposte di legge che verranno inserite all’ordine del giorno delle prossime sedute.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.