IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto, accordo tra maggioranza e minoranza: sì al tavolo sulla sicurezza

La proposta presentata da Pier Paolo Villa

Borghetto Santo Spirito. Si è concluso positivamente il “tavolo” tra la maggioranza e le minoranze consiliari di Borghetto per discutere della mozione sulla sicurezza e l’ordine pubblico presentata dal capogruppo della lista civica “Lega per Borghetto” Pier Paolo Villa al primo cittadino borghettino Gianni Gandolfo. L’incontro si è tenuto oggi e faceva da preludio alla possibile costituzione di un tavolo permanente sulla sicurezza al quale dovrebbero sedere i membri delle varie anime del consiglio comunale, i rappresentanti delle categorie e delle varie realtà locali e, ovviamente, delle forze dell’ordine.

Villa ha deciso di presentare la mozione a seguito di quanto avvenuto nelle ultime settimane, periodo in cui in città si sono moltiplicati i furti (o i tentativi di furto) nonché i casi di rissa e zuffe: “Il tema della sicurezza e dell’ordine pubblico sono di competenza statale – ricorda Villa – ma riteniamo che il ruolo degli enti locali e in particolare dei Comuni sia centrale. La sicurezza è un diritto primario ed una componente fondamentale della qualità della vita dei cittadini e perciò la sua tutela deve essere uno degli obiettivi prioritari di ogni amministrazione”.

Per Villa, quindi, il compito di un Comune è quello di mantenere “alta l’attenzione sul problema della sicurezza sociale e dell’ordine pubblico” e “sempre aperto il confronto e il dibattito tra tutte le forze politiche consiliari su iniziative ed interventi da realizzare per soddisfare la domanda di sicurezza dei cittadini. Questo può avvenire soprattutto grazie alla collaborazione con le forze di polizia”.

“Condividiamo la politica intrapresa finora dall’amministrazione in materia di promozione della legalità e i recenti investimenti sulla videosorveglianza come primo tassello di un più ampio progetto. La videosorveglianza è un ottimo strumento, ma va inserito in un contesto allargato che preveda per esempio un potenziamento dell’attività di pattugliamento del territorio con particolare riferimento alle ore serali”.

Da qui la proposta di istituire un tavolo permanente “presieduto dal sindaco e a cui possano partecipare le forze di polizia, le associazioni del territorio e tutti i gruppi politici consiliari” e che permetta di monitorare in maniera continuativa lo stato dell’ordine e della sicurezza pubblica della città.

La maggioranza di Gandolfo ha aperto alla proposta e ha deciso di convocare i capigruppo consiliari (Villa per la Lega, Emanuele Parrinello per la lista civica di maggioranza “Noi per Borghetto” e Roberto Moreno per la minoranza del Pdl) per iniziare ad analizzare le modalità per l’attuazione del tavolo.

L’incontro di oggi, come detto, si è chiuso positivamente: “Abbiamo concordato – spiega Parrinello – di portare la mozione in discussione in consiglio comunale. Prima, però, abbiamo ritenuto necessario eliminare tutti i riferimenti alle situazioni di particolare emergenza che secondo noi non ci sono e la parte che vuole la partecipazione delle forze dell’ordine. A parte queste piccole modifiche, abbiamo accolto con favore lo spirito costruttivo della mozione, che ci permetterà di creare uno strumento utile a supportare il sindaco nel suo ruolo di interlocutore degli organi di polizia. Confidiamo nel fatto che il consiglio accolga la mozione all’unanimità”.

“Mi fa piacere che il sindaco abbia deciso di aprire alla mozione – nota Villa – Nelle nostre intenzioni, il tavolo dovrebbe servire a tenere il Comune sempre informato su quelle che sono le istanze della cittadinanza circa i temi dell’ordine e della sicurezza pubblici. Non si tratterebbe di un organo decisionale, ma solamente di una sorta di ‘organo’ consultivo utile a discutere le varie questioni attinenti queste materie. I consiglieri comunali sono rappresentanti dei cittadini, di quelli che li hanno votati e non solo. Il loro compito è quello di mettere in contatto l’amministrazione col territorio e le persone. Per questo è importante creare un tavolo di questo genere: grazie a questo strumento, l‘amministrazione sarà sempre informata circa le eventuali criticità che si verificheranno in paese e potrà agire di conseguenza“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.