IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, successo per i laboratori del “Festival della Scienza” a Palazzo Tagliaferro

In poche ore è arrivata una pioggia di prenotazioni: esauriti quasi tutti esauriti i posti a disposizione

Andora. Successo per i laboratori, programmati dal 22 al 31 ottobre, a Palazzo Tagliaferro di Andora, nell’ambito della tredicesima edizione del Festival della Scienza di Genova di cui il Museo Mineralogico “Dabroi” è location ospite. In pochi giorni, è arrivata una pioggia di prenotazioni tanto che, a poche ore dall’inaugurazione ufficiale avvenuta questa mattina, sono quasi tutti esauriti i posti a disposizione.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Mauro Demichelis e dall’assessore alla Cultura del Comune di Andora, Maria Teresa Nasi nel corso della cerimonia di apertura.

“Credo di poter dire che il Museo Mineralogico è divenuto in poco più di un anno ciò che Luciano Dabroi aveva desiderato quando ha donato i minerali al Comune: da preziosa collezione privata a patrimonio culturale di tutti ed in particolare degli studenti che, nei prossimi giorni, arriveranno numerosissimi a visitarlo. Ringraziamo gli organizzatori del Festival della Scienza di Genova per averci permesso di partecipare, con i nostri laboratori, al suo prestigioso progetto di divulgazione scientifica” – ha dichiarato Demichelis – Doveroso il ringraziamento anche ai relatori dei laboratori, al dottor Andrea De Pascale ed anche agli insegnanti sempre sensibili alle iniziative culturali di Palazzo Tagliaferro”.

Il Museo Dabroi è stato inaugurato nel 2009 a seguito della ristrutturazione di Palazzo Tagliaferro e dal 2014 effettua apertura continuative nel fine settimana, in occasione di mostre d’arte ispirate alla collezione.

In occasione del Festival della Scienza, il Museo effettuerà delle aperture speciali al pubblico ed ospiterà la mostra “My Own Private Universe” di Alexander Hahn, già protagonista nel 2008 del Festival genovese, che ha concesso la proiezione di tre suoi noti video, con coinvolgenti immagini sospese tra scienza, sogno, magia e astrologia. La mostra e Museo Dabroi, saranno aperti,ad ingresso libero, dal 22 al 31 ottobre, dalle 15 alle 19.

“Siamo soddisfatti perché l’inserimento nel programma del Festival della Scienza è un premio ai nostri sforzi che hanno come obiettivo far conoscere il Palazzo ad un pubblico sempre più ampio ed aprirlo al mondo della scuola, promuovendo eventi culturali, ad ingresso libero ed investendo sulla cultura anche in periodi di crisi – ha detto Maria Teresa Nasi Assessore alla Cultura – In futuro vogliamo realizzare un piccolo libretto sul Museo Dabroi che presenti le caratteristiche dei minerali esposti e cerchiamo esperti che vogliano collaborare “.

Visto il successo riscontrato dall’iniziativa, sono ancora pochi i posti ancora disponibili per i laboratori gratuiti realizzati in collaborazione con Andrea De Pascale, conservatore del Museo Archeologico del Finale. Sono prenotabili le sessioni di lavoro di lunedì 26 ottobre, delle 10.30 e delle 15.30. Si tratta del Laboratorio/Conferenza “Rocce e minerali, uso, contatti e scambi”, della durata sessione circa un’ora, rivolto alle scuole medie e superiori. Un viaggio attraverso immagini e riproduzioni di oggetti ad illustrare il “saper fare” delle diverse culture che si sono succedute nel corso della Preistoria in Liguria, tra Paleolitico ed Età dei Metalli. Un percorso alla scoperta dell’evoluzione delle scoperte tecniche dell’uomo in rapporto alle materie prime ed al territorio.

E’ ancora prenotabile il Laboratorio di Paleontologia, rivolto alle classi terze delle scuole primarie, ma disponibile anche per le classi 1°e 2°, programmato per venerdì 30 ottobre, delle ore 8.30, della durata di circa un’ora e mezza, per un numero massimo di 25 alunni. Le attività di laboratorio permetteranno di realizzare un viaggio nel passato attraverso lo studio dei fossili, com’era la nostra regione decine di migliaia di anni fa. I ragazzi impareranno a studiare e identificare i fossili ed apprenderanno alcune delle tecniche usate dai paleontologi per datarli.

Le prenotazioni sia per i privati che per le scuole si ricevono allo 348 9031514 fino ad esaurimento dei posti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.