IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, 140 mila euro per la pulizia del torrente Merula

Andora. Inizieranno nei prossimi giorni i lavori i pulizia dell’alveo del torrente Merula. E’ previsto il taglio degli alberi e della vegetazione presente, la manutenzione ed il livellamento dell’alveo. L’intervento interesserà il corso d’acqua per una lunghezza di circa due chilometri, fra il ponte sulla via Aurelia e quello all’altezza di via Santa Caterina. Il tutto secondo le prescrizioni dell’autorizzazione rilasciata dalla Provincia di Savona che detta i tempi e i modi del taglio. Gli operai della ditta, individuata dal Comune con una gara ad evidenza pubblica. Il costo dell’intervento è di circa 140 mila euro.

“Questa mattina c’è stata la consegna dei lavori ed il lavoro inizierà nel giro di pochi giorni. L’ obiettivo è rimuovere tutto ciò che possa ostacolare il deflusso delle acque sia esso di origine naturale o rifiuto gettato nel torrente e di migliorare il decoro urbano – ha spiegato il sindaco di Andora Mauro Demichelis – L’intervento va ad aggiungersi a quello sui rii di Andora, iniziato a metà settembre, che continuerà fino a quando non saranno tutti puliti. Su questo fronte stanno lavorando, con il consueto impegno, i nostri operai comunali coadiuvati, dal personale del progetto socio-assistenziale. ”

Il lavoro della ditta incaricata sarà diversificato a seconda della zona. La pulizia prevede il taglio degli alberi e delle vegetazione, lo sfalcio delle canne, dei rovi e delle erbe autoctone praticamente totale a monte della zona che va dal Ponete Italia 61 fino al Ponte di via Santa Caterina.

Per la pulizia della porzione di torrente Merula, fra il Ponte dell’Aurelia e il Ponete Italia 61, la Provincia ha previsto prescrizioni particolari .Si tratta di un’ Area Protetta Provinciale dove si deve procedere minimizzando il potenziale impatto sulla fauna che vi abita. Qui è obbligatorio il mantenimento della vegetazione nella zona centrale del letto del torrente e delle pozze e dei meandri nell’alveo dove ci sia l’acqua di cui si deve evitare l’intorpidimento. E’ necessario inoltre mantenere tutte quelle caratteristiche atte al passaggio dell’acqua e alla diffusione dell’idrofauna come imposto dal vincolo esistente.
Essendo il Torrente Merula classificato nella terza Carta Ittica Provinciale non è possibile effettuare interventi di pulizia in ogni periodo dell’anno proprio perché è obbligatoria la salvaguarda delle specie protette che vi si riproducono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.