IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, il consiglio dà il via libera al recupero dei sottotetti

La pratica che doveva essere discussa due giorni fa ma che è stata rinviata alla seduta odierna

Più informazioni su

Albenga. E’ stata approvata oggi all’unanimità dal consiglio comunale di Albenga la delibera della giunta Cangiano riguardante il recupero ai fini abitativi dei sottotetti esistenti come varianti al piano regolatore che riceve i dispositivi previsti dalla nuova normativa regionale. Una pratica che doveva essere discussa due giorni fa ma che è stata rinviata alla seduta odierna, quando sarà discusso anche il nuovo Piano Urbanistico Comunale.

Visto lo stretto legame tra le due pratiche, il sindaco Cangiano ha chiesto e ottenuto dal parlamentino ingauno l’inversione dell’ordine del giorno e quindi che la discussione relativa ai sottotetti avvenisse prima di quella relativa al Puc. Subito dopo i consiglieri Guarnieri, Camilla Vio, Cristina Porro, Arnaldi e Boscaglia hanno abbandonato l’aula per questioni di incompatibilità insieme con il presidente del consiglio Passino e gli assessori Andreis, Allaria, Vespo e Ghiglione.

La pratica, come detto, è stata discussa e approvata all’unanimità da tutti i membri del consiglio comunale con un emendamento proposta dal sindaco. La nuova normativa pone limitazioni all’uso dei sottotetti del centro storico che affacciano sulle vie principali, che non potranno essere sopraelevati. Nelle frazioni, invece, non ci saranno limitazioni.

“In un momento di difficoltà economica come quello in cui ci troviamo – ha sottolineato il primo cittadino ingauno Giorgio Cangiano – è quanto mai opportuno rendere applicabile tale norma attualizzandone i criteri rispetto alle previsioni della precedente legge del 2001. Si tratta di interventi edilizi che non comportano nuova occupazione di territorio ma tali da consentire da un lato di realizzare in un sottotetto esistente un’abitazione ad esempio per un proprio figlio o famigliare e dall’altro di dare impulso all’attività edilizia in forte crisi con vantaggi quindi anche di natura occupazionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.