IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, deserto il primo Consiglio comunale sul nuovo Puc

Ciangherotti all'attacco: "Stranezze che danno adito a dubbi e sospetti"

Albenga. Tutto rinviato alla seconda convocazione in programma per domani, giovedì 22 ottobre: è slittata, quindi, l’approvazione del nuovo Puc comunale di Albenga per l’assenza del numero legale al Consiglio comunale di oggi alle 14:00, che aveva come unico punto all’ordine del giorno il Piano Urbanistico della cittadina di Albenga (oltre all’approvazione delle modifiche relative alla legge sui sottotetti).

E sulla mancanza del numero legale non mancano le polemiche, così il capo gruppo di FI Eraldo Ciangherotti: “ll presidente del Consiglio Alberto Passino ha dimostrato uno strano interesse a concludere, in fretta e furia, la prima convocazione del Consiglio comunale di oggi, andato deserto per l’assenza (ingiustificata) di tutti i consiglieri comunali della maggioranza, ad eccezione del sindaco Cangiano. Addirittura impedendo al gruppo comunale di Forza Italia di mettere a verbale alcune stravaganze rilevate nella gestione della seduta”.

“Confessiamo la nostra grande preoccupazione per la seduta, in seconda convocazione, di domani che prevederà l’abbassamento dalla maggioranza ad un terzo dei consiglieri componenti del Consiglio comunale”.

“Se, ad approvare questo Puc, saranno solo 6 consiglieri comunali su 17, delle due l’una. Per non aver chiesto alla Regione un commissario ad acta e per aver scelto di andare in seconda convocazione proprio al fine di ridurre il quorum dei consiglieri, si comprende che molti Consiglieri del Pd e liste civiche in appoggio a Cangiano, hanno tanti interessi personali in diversi distretti del Puc e, inoltre, questo Puc un Commissario ad acta mai l’avrebbe approvato favorevolmente per come è stato ultimato dall’amministrazione Cangiano”.

“Un Puc che va a beneficio di una città di quasi 25 mila abitanti non può essere approvato con una “minoranza” così risicata. A pensar male si fa peccato, ma ci si azzecca sempre” conclude Eraldo Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.