IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, la maggioranza abbandona l’aula e il consiglio comunale viene interrotto

Salta la discussione di due interpellanze presentate dal gruppo consiliare "Insieme X" circa la produttività dei dirigenti e l'affitto dei locali ex lavatoi deliberato il 2 luglio scorso

Alassio. Volano gli stracci in consiglio comunale. Dopo la discussione della mozione presentata dal Gruppo Consiliare Progetto Alassio che avevano come oggetto l’indicazione assenso alla donazione di organi sulla carta d’identità (con voto contrario) la maggioranza ha abbandonato l’aula. Una decisione a sorpresa che di fatto ha interrotto il consiglio comunale.

Più volte il presidente del consiglio comunale Giacomo Nattero ha cercato di calmare gli animi, ma è stato del tutto inutile. Lunghissimi i battibecchi tra il consigliere Ruggeri e Olivieri e Galtieri tanto che alla fine Nattero ha deciso di sospendere il consiglio comunale.

“Abbiamo assistito ad un’altra brutta pagina della storia politica locale – affermano Piera Olivieri e Angelo Galtieri – Si discute ricordando che siamo in un paese civile e in piena democrazia. Evidentemente la nostra presenza, da quando si è insediato questo consiglio, non è gradita. Ma piaccia o non piaccia noi ci siamo perché rappresentiamo gli elettori che ci hanno votato. Aver abbandonato l’aula dopo la votazione è stato un comportamento inaccettabile da parte della maggioranza. Gli alassini sappiano dunque chi governa questo paese”.

Immediata la risposta dell’amministrazione comunale.  “Siamo stanchi e stufi delle aggressioni verbali e dei ripetuti insulti nei confronti dei consiglieri e degli assessori. Le urla della minoranza, oltre a rappresentare un esempio di inciviltà, sono un insulto alle istituzioni e alla sede del Consiglio Comunale, che dovrebbe invece ospitare un confronto civile, all’insegna del rispetto reciproco”, spiegano i consiglieri di maggioranza. Dando dimostrazione di correttezza e responsabilità, abbiamo accettato di accogliere una mozione che era di fatto irricevibile, poiché indirizzata dalla minoranza al Presidente del Consiglio Comunale di Albenga, invece che a quello di Alassio. Ciò nonostante, la minoranza ha voluto lo stesso strumentalizzare e politicizzare una tematica seria e delicata come quella della donazione degli organi.  Come la maggioranza ha più volte spiegato, anche con dovizia di particolari tecnici, l’Amministrazione non è contraria a quanto proposto, e anzi ci sta già lavorando dallo scorso agosto. Abbiamo perciò richiesto di posticipare tale argomento, per il semplice fatto che è tuttora in atto l’aggiornamento telematico del sistema comunale, che consentirà di andare incontro alle richieste della Prefettura su questa tematica”, sottolinea il consigliere Fulvia Ruggeri.

“Lo abbiamo spiegato: non siamo contro alla mozione per partito preso. Anzi, siamo a favore dell’iniziativa. Il processo è già in atto e vogliamo rispettare le linee guida, anche nei requisiti tecnici, attraverso la comunicazione dei dati della software house. La minoranza non ne ha voluto sapere, e ci ha aggredito. Hanno proposto una mozione su un argomento sul quale l’Amministrazione già lavora da mesi, ed era anche formulata in modo errato. Se avessero evitato di urlare e denigrare gli altri consiglieri eletti e l’amministrazione comunale, lo avrebbero forse potuto capire, senza strumentalizzazioni”, dicono dalla maggioranza.

Dunque restano in sospeso due punti che a questo punto dovranno essere discussi in un prossimo consiglio comunale. Si tratta di due interpellanze presentate dal gruppo consiliare “Insieme X” circa la produttività dei dirigenti e l’affitto dei locali ex lavatoi deliberato il 2 luglio scorso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.