IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, ancora polemica dopo il Consiglio comunale. Olivieri: “Maggioranza allo sfascio”

“Ad Alassio una maggioranza allo sfascio, prima convoca un Consiglio  su richiesta della minoranza poi ancora una volta porta atti non completi ed in alcuni casi con errori macroscopici. Basti pensare che il tanto sbandierato regolamento di “cittadinanza attiva” che dovrebbe permettere il cosiddetto ‘baratto amministrativo’, ovvero Non paghi le tasse? Curi i giardini o pulisci la passeggiata e imbianchi le scuole e chiudi i conti in sospeso col Comune, oltre ad essere in certi punti fortemente carente contiene per ben due volte l’art. 19 (chiaramente con due titoli ed argomenti diversi !)”. Questo il commento del consigliere comunale di opposizione Piera Olivieri dopo la bagarre nel Consiglio comunale di ieri ad Alassio.

“Ritira senza alcuna spiegazione uno degli argomenti più delicati, ovvero quello riferito a quel “gioiello” di projet financing che è lo stadio comunale ed i  parcheggi che ancora una volta vedrà la città soccombere  ai privati . Dopodiché, grazie al consigliere di maggioranza Aicardi, e alla mediazione dei consiglieri di minoranza, si vede costretta ad approvare la concessione per due giorni al mese della Sala consiliare ai membri di opposizione per ricevere la cittadinanza” aggiunge ancora l’esponente della minoranza, che critica anche la mancata approvazione, “per dispetto della maggioranza”, della mozione sull’indicazione dell’assenso a donare gli organi sulla carta di identità.

Al termine di questa votazione è scaturita una bagarre che ha costretto il presidente del Consiglio comunale a sospendere per alcuni minuti la seduta. La maggioranza, poi, non si è più presentata facendo mancare il numero legale e non permettendo, quindi, la discussione degli ultimi due argomenti.

Pronta ed immediata la risposta della minoranza che ha richiesto una nuova convocazione del Consiglio comunale. “Certo che in queste condizioni parlare di collaborazione sembra veramente improponibile. L’amministrazione Canepa, di sicuro la peggiore in senso assoluto, crede di far parte di quei Paesi con i quali si trova così bene e con i quali collabora, ovvero il Belize e lo Zimbawue. Forse qualcuno farebbe bene a ricordargli che siamo in Italia, una Repubblica Democratica” conclude Piera Olivieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.