IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Aggressione a Varazze, resta in carcere il 23enne albanese: “Non pensavo di fargli male” fotogallery video

Il giudice dovrà decidere sulla revoca o attenuazione della misura cautelare, il 23enne si è difeso affermando di aver reagito ad una provocazione

Savona. E’ stato convalidato l’arresto, con l’accusa di lesioni gravissime per Sabit Gabraj, il ventitreenne albanese che da lunedì pomeriggio è in stato di fermo per l’aggressione nei confronti di Riccarco Cinco, 44 anni, varazzino, tuttora ricoverato in Rianimazione e in prognosi riservata all’ospedale Santa Corona.

L’albanese è stato interrogato questa mattina dal gip Francesco Meloni, che ha convalidato il fermo. Il 23enne, difeso dagli avvocati Dominique Bonagura e Claudio Marchisio, ha risposto alle domande del giudice, ribadendo la tesi difensiva già sostenuta davanti al pm poco dopo essersi costituito in Questura, quando era ricercato da diverse ore.

Secondo la versione del 23enne ci sarebbe stato un atto provocatorio da parte di Riccardo Cinco, che avrebbe innescato la lite per motivi stradali e la successiva reazione. I due legali dell’albanese hanno anche sottolineato la fatalità nella dinamica dell’episodio, con il loro assistito che non si immaginava una conseguenza clinica del genere per un pugno al volto.

Al termine dell’interrogatorio i due avvocati difensori hanno chiesto la revoca della misura cautelare e, in subordine, gli arresti domiciliari. Il gip si è riservato di decidere sulla richiesta dei due legali. Per ora, quindi, Sabit Gabraj resta in carcere per la brutale aggressione ai danni del 44enne varazzino: le sue condizioni sono ancora stazionarie, rimane in coma farmacologico con prognosi riservata, e, al momento, non è stata riscontrata da parte dello staff medico alcuna ripresa neurologica del paziente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Roy

    Mercedes, due avvocati, si tratta bene…