IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Zuccarello dice no alla Regione sull’accordo di programma per il trasporto pubblico locale

Il Comune di Zuccarello non approva l’accordo di programma con la Regione Liguria relativo al trasporto pubblico locale. Alcuni giorni fa i comuni hanno ricevuto la bozza dell’accordo di programma per il trasporto pubblico locale da sottoscrivere con la Regione e sono stati invitati tramite la lettera dell’assessore Vesco ad approvarla urgentemente. L’accordo è finalizzato all’esperimento della gara per individuare il gestore del trasporto pubblico in Regione Liguria, che prevederà l’accorpamento del servizio su ferro e gomma e quindi treni ed autobus saranno gestiti unitariamente.

“Condivido questa scelta, perché potrà portare a miglioramenti nei trasporti ed anche a risparmi ma ritengo l’accordo un po povero e frettoloso” dice il sindaco Stefano Mai.

E il Consiglio comunale di Zuccarello, tramite lo stesso primo cittadino, esprime molte perplessità: “Innanzitutto non si garantisce il servizio attuale cioè non si confermano gli attuali tragitti ed i chilometraggi, che comunque negli anni sono stati notevolmente ridotti. Tale accordo, prevede per alcuni comuni, specie i più piccoli, un incremento del 30% circa della contribuzione a loro carico. Per alcuni comuni la cifra, nell’arco degli ultimi 4 anni è aumentata addirittura del 600%”.

“Il sistema andrà sicuramente a penalizzare la provincia di Savona per sanare l’attuale cattiva gestione nell’area metropolitana di Genova ed il costo del biglietto verrà livellato su base regionale con l’inevitabile aumento per i savonesi”.

“Altro aspetto che mi preoccupa sono le attuali maestranze. Non vi è traccia di come verranno gestiti gli attuali lavoratori della Tpl linea. Tutto fa pensare che il vincitore della gara per il trasporto regionale, che sarà con tutta probabilità Trenitalia, si avvarrà di società esterne per il servizio autobus, con la prospettiva di rendere disoccupati gli attuali autisti. Ricordo che se in questi anni difficili, in cui si è scelta la fusione tra Acts e Sar, si sono riusciti a mantenere i servizi seppur depotenziati grazie unicamente ai lavoratori si sono sacrificati, coprendo turni impegnativi, garantendo la copertura delle corse, anche in comprensori molto distanti dalla loro residenza e con rimborsi di trasporto ridicoli” aggiunge il sindaco di Zuccarello.

“Comunico all’attuale giunta regionale che non siamo disponibili a consegnarle un mandato in bianco, senza le garanzie sopra citate. Inoltre, considerato che la Provincia di Savona non contribuirà più al trasporto pubblico locale, mi chiedo ancora che fine abbiano fatto i 3 milioni di euro derivanti dell’aumento dell’RC auto di cui beneficiava, e parte dei quali erano proprio destinati al trasporto pubblico” conclude Mai.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.