IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali 2015, Roberto Schneck: “Riaprire il pronto soccorso ad Albenga? Si deve fare”

Albenga. “L’ospedale di Albenga? L’ho progettato io insieme ad altri professionisti e solo io posso dire davvero quanto è importante per la città e il suo comprensorio”. Roberto Schneck, architetto col pallino della politica.

Carlo Capacci, sindaco di Imperia e fondatore di Liguria Cambia lo ha voluto nel suo partito. “E’ un professionista che conosce il territorio”, dice di lui.

E Schneck, dopo un periodo politico al buio, ha deciso di rimettersi in pista. Alle regionali correrà con una lista che appoggia la candidatura a presidente di Raffaella Paita. “Ha ragione Capacci – dice Schneck – Io conosco il territorio e conosco anche le potenzialità del nostro ospedale e di un pronto soccorso che deve essere aperto per dare assistenza alla collettività. Di quell’ospedale conosco gli angoli e i soffitti. L’ho progettato insieme ad altri colleghi. E’ stato strutturato in modo tale che possa essere funzionale per la collettività e quindi è giusto che venga sfruttato per le sue potenzialità”.

C’è tempo per andare alle urne, ma Roberto Schneck sfodera oggi una delle sue carte migliori. “Parlo di cose che conosco. E l’ospedale è una di quelle. Apriamo il pronto soccorso senza ma e senza forse per non morire come recita un mio slogan”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pinco
    Scritto da pinco

    Dopo una clamorosa rivelazione dove abbiamo scoperto che questa dichiarazione non parrebbe corrispondere a verità (http://www.ivg.it/2015/05/ospedale-di-albenga-melgrati-risponde-a-schneck-e-come-pinocchio-la-coerenza-non-e-nel-suo-dna/), sarebbe d’obbligo per l’interessato una replica di chiarimento con la quale potrebbe fugare ogni dubbio sulla presunta bugia e renderci edotti a quale/i precisa fase/i della progettazione egli abbia partecipato. Ovviamente, visto che dice di conoscere l’ospedale nei suoi ” angoli e soffitti” ci sia aspett ache si riferisa a fasi progettuali importanti quali sono quelle esecutive…