IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giro d’Italia : le meraviglie del territorio ligure in quattro tappe

La seconda tappa partirà da Albenga

Più informazioni su

Albenga.  “Pronti via” con la disputa di una cronometro a squadre, lunga 17, 6 km, da San Lorenzo al Mare a Sanremo, su un percorso che si snoda interamente su una pista ciclabile, un inedito per il Giro d’Italia, che sabato 9 maggio darà vita alla 98esima edizione.

Grazie al lavoro sinergico, tra Regione Liguria e gli organizzatori della manifestazione, la corsa resterà sul territorio ligure per ben quattro tappe e “mezza”, toccando tutte le province.

La spettacolarità del percorso misto (mare, pianura, montagna) sarà un autentico spot pubblicitario per la regione, dato che andrà in visione mondiale, grazie alla grande “mediaticità” della corsa rosa (col Tour de France tra gli eventi sportivi più seguiti).

Nella seconda tappa, si parte da Albenga e si arriva a Genova, dopo 177 km di corsa, su un terreno misto, che prevede l’iniziale salita del Testico (470 metri sul livello del mare), per poi proseguire, dopo la relativa discesa sull’Aurelia, verso il capoluogo ligure, senza particolari difficoltà altimetriche fino a Cogoleto, dove il percorso devia brevemente verso l’entroterra, con il Gpm di Pratozanino (206 mt ) e l’attraversamento delle frazioni di Sciarborasca e Lerca. Quindi la corsa si rituffa sull’Aurelia, nei pressi di Arenzano, con arrivo successivo a Genova, dove per la la gioia del pubblico presente, i corridori percorreranno un tratto cittadino di 9,5 km, da ripetersi due volte, passando per via Roma, Brignole, corso Buenos Aires, via Pisa, corso Italia, via Brigate Partigiane ed arrivo in via Venti Settembre.

La terza tappa si snoda su un difficile percorso, tra Rapallo e Sestri Levante, per un totale di 136 Km, che comprendono le salite della Ruta, del Colle Caprile (470 mt), il passaggio nella Val Fontanabuona e le salite della Scoffera (671 mt) e di Barbagelata (1115 mt, 8 km al 6% di media), da dove si scenderà verso il traguardo di Sestri Levante.

La quarta tappa vedrà i girini impegnati su una strada (150 km) “mangia e bevi”, da Chiavari a La Spezia. Poco dopo la partenza, si attacca la salita che porta al Colle di Velva (410 mt), dopo la discesa, si risale verso il Passo del Bracco (589 mt), nuova discesa in direzione Levanto, per poi risalire verso il Passo del Termine (548 mt, 7 km al 6,5 % di media).

Da lì, il percorso prosegue verso le Cinque Terre, sino all’arrivo a La Spezia,  dove si svilupperà, come a Genova,  su un percorso cittadino, comprendente la salita della Biassa, con pendenze variabili tra il 7 e l’11%.

Nella quinta tappa, la Liguria saluterà la carovana rosa… da La Spezia, dopo il passaggio a Santo Stefano Magra, il tracciato va a toccare le province di Massa Carrara, Lucca e Pistoia, con l’arrivo, in quota ai 1382 mt dell’Abetone… un’ascesa lunga 17 km, con una pendenza media che varia dal 7 al 10%.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.