IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Festival teatrale di Borgio Verezzi, ecco il cartellone degli spettacoli

Omaggio alla cultura francese: impegno sociale e "contaminazione" tra classico e moderno

Borgio Verezzi. Presentazione ufficiale per il 49° Festival Teatrale di Borgio Verezzi, una edizione, alla vigilia del Cinquantennale, dedicata alla Francia e alla sua cultura, con il prestigioso Patrocinio dell’Institut Français Italia. Ricco e di spessore il cartellone degli spettacoli in programma: saranno ben dieci, infatti, gli spettacoli in cartellone, otto dei quali in “prima nazionale”, e tutti andranno in scena dall’11 luglio al 21 agosto in piazza Sant’Agostino, sede naturale della manifestazione.

Le 22 serate complessive saranno aperte dall’anteprima internazionale di “Laurette de Paname”, con Laure Bontaz, show girl francese che, attraverso celebri canzoni di Edith Piaf, Boris Vian, Zizi Jeanmaire, condurrà il pubblico alla scoperta dei personaggi femminili dell’immaginario parigino, a cominciare dalla ballerina di can can.

I temi principali di questa edizione saranno, oltre la dedica alla Francia, l’impegno sociale e la contaminazione. Contaminazione, parola che caratterizzerà il progetto del prossimo triennio del Festival 2015-2017, è qui intesa nel senso più ampio e profondo del termine che ci parla di vitalità, trasformazione, dialogo. Contaminazione fra le diverse arti dal vivo, con la presenza di elementi di multidisciplinarietà presenti in diversi spettacoli (Laurette De Paname, L’uomo che amava le donne, Sogno di una notte di mezza estate).

Contaminazione con l’accostamento del classico e del moderno, con testi di autori classici ma rivisitati in chiave moderna o dei “nuovi classici” della cultura a livello internazionale. Infine, la contaminazione più significativa e profonda, quella fra teatro e società, fra arte e attualità, che possiamo riassumere come “impegno sociale”: Figli di un Dio minore è prodotto con la collaborazione dell’Istituto Statale Sordi di Roma ISSR e la partecipazione anche di attori non udenti, che utilizzeranno il linguaggio dei segni. Bianco o Nero, incentrato sul tema della scelta religiosa e sul tema razziale. Angeli con la pistola, con la Compagnia Scatenati composta da detenuti-attori del Carcere di Genova Marassi, eccezionalmente in trasferta, ospite del Festival, grazie al permesso del Ministero.

Oltre al progetto Teatro-Carcere, il Festival ospita il progetto “Teatro no Limits”, con l’audiodescrizione per non vedenti: una replica dello spettacolo “Sogno di una notte di mezza estate” avrà il servizio di audio descrizione, tramite il quale sarà possibile rendere “visibili” agli spettatori non vedenti o ipovedenti, tutti quei particolari quali, dettagli scenografici, aspetto fisico e costumi, movimenti degli attori ed espressioni del volto. L’audiodescrizione verrà effettuata dotando il pubblico non-vedente di cuffie wireless collegate alla sala di regia, da dove una voce narrante accompagnerà gli utenti lungo lo sviluppo narrativo dello spettacolo. Un’operazione, questa, in collaborazione con il Plautus Festival di Sarsina.

Non mancherà qualche chicca: Maigret è la vera novità assoluta, in quanto mai rappresentato fino ad ora. “Ieri è un altro giorno”, successo parigino (Premio Molière), qui è proposto nell’edizione francese (stessa scenografia, stesso regista) ma con attori italiani: una commedia piena di sorprese, mai rappresentata sui palcoscenici italiani. Infine“Toc Toc”,altro successo internazionale al suo debutto in Italia.

E naturalmente ritroveremo tanti protagonisti “storici” del Festival, come Lello Arena, Corrado Tedeschi, Paola Gassman, Mariangela D’Abbraccio, Gianluca Ramazzotti, affiancati da importanti “new entry” come Isa Danieli, Giorgio Lupano, Saverio Marconi, Antonio Cornacchione.

Ai tradizionali gemellaggi liguri con il Festival di Musica da Camera di Cervo e il PercFest di Laigueglia, si aggiunge da quest’anno quello con il Plautus Festival di Sarsina.

A margine del Festival, il 45° Premio Veretium per la Prosa al migliore attore italiano per impegno di testo ed interpretazione, il 6° Premio Camera di Commercio di Savona allo spettacolo di maggior successo, il 3° Premio Virgin al migliore attore non protagonista al Festival. Eventi collaterali: la serata “Ragazzi sul Palco del Festival”, il contest fotografico #VEREZZINFESTIVAL, l’iniziativa “E’ di scena Verezzi” con scontistica per spettatori Festival nei locali convenzionati, e il tradizionale aperitivo inaugurale della rassegna teatrale. (visita il sito del festival per tutti i dettagli http://www.festivalverezzi.it/)

“Alla vigilia della 50.ma edizione, uno dei festival più longevi in campo nazionale cerca di imboccare qualche strada nuova. E, pur nelle contingenti difficoltà del momento, si apre all’estero, in questo caso la Francia, senza snaturare la sua tipicità, che è quella di proporsi come vetrina di novità, che poi andranno in tournée estiva o circuiteranno nei teatri italiani durante la prossima stagione invernale” ha commentato il direttore artistico del Festival Stefano Delfino.

“Il quadro economico generale quest’anno ci ha imposto un grande, significativo sforzo per garantire la continuità di questo storico ed importante evento: uno sforzo compiuto con passione perché crediamo profondamente nel valore generato dal Festival, non solo per Borgio Verezzi, ma per tutto il nostro

territorio. Siamo orgogliosi di poter presentare oggi un programma ricco e di valore, costruito malgrado le difficoltà. Ringraziamo i nostri partner pubblici e privati per aver scelto di investire nel Festival, fidandosi del sicuro ritorno. Nei momenti difficili la scelta strategica giusta è quella di investire risorse sui migliori, sulle eccellenze, sui punti di forza” ha dichiarato il sindaco di Borgio Verezzi Renato Dacquino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.