IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bandiera a scacchi per la 24H Of Finale: tra i Team 8 doppietta del Santa Marinella foto

Pink Gili Swiss Racingteam e Team SC Oppenau primaggiano nelle squadre da 4

Finale Ligure. Dopo oltre 48 ore di gara, migliaia di giri di tracciato e chilometri percorsi, 18 categorie di biker premiati, 11 titoli di campione europeo assegnati, 6 concerti e 2160 litri di birra versati, si è conclusa con grande successo la 17esima edizione della 24H Of Finale.

“Il feedback che al temine della manifestazione stiamo ricevendo è ottimo. Non è mai facile portare a termine un evento di questa portata che coinvolge migliaia di persone. È un lavoro di squadra, fatto di fatica e passione.” ha detto Riccardo Negro, il presidente della Blue Bike Asd, organizzatrice dell’evento.

Più di 7000 persone hanno affollato l’area paddock dell’altopiano delle Manie nel week end per sostenere i 3000 partecipanti in gara, fare un giro tra gli stand delle aziende espositrici e respirare un po’ di quell’inconfondibile atmosfera goliardica e travolgente, che solo il festival della 24H di Finale Ligure è in grado di generare!

Tre giorni fittissimi di appuntamenti tra agonismo e svago, vissuti a pieno minuto dopo minuto, che non hanno mai permesso a concorrenti, supporters, pubblico e staff di attenuare l’entusiasmo o ridurre i livelli di adrenalina. Solo così è stato possibile restare svegli ed energici per tutta la durata della manifestazione.

Ma a scandire il passare delle ore e a fare da vero motore trainante dell’evento a partire dai primi secondi dopo le caratteristiche partenze tra le vie di Noli e Finalmarina sono state indubbiamente le due competizioni Solo e Team Race, quest’anno rese ancora più avvincenti dal riconoscimento di Campionato Europeo Wembo, aperto per la prima volta nella storia anche ai Team2-4 e 8.

Abbiamo quasi raddoppiato i partecipanti alla categoria Solo rispetto alla passata edizione – ha aggiunto Riccardo Negro – e questo mostra da un lato la crescita del mondo endurance, dall’altro che alla 24H di Finale si viene a correre volentieri. Questo è merito del nostro territorio e del nostro percorso considerato tra i più belli al mondo, ma è anche merito della presenza dei team e della festa che caricano il morale e spingono i solitari a dare il massimo. La decisione di Wembo di aprire ai Team il Campionato Europeo è la scelta giusta per ampliare la risonanza e la crescita di questo genere di manifestazioni nel mondo e il fatto che si sia scelto di mandare questo segnale dalla 24h di Finale ci riempie di orgoglio”.

Dopo le vittorie di ieri di Morgan Pilley e Elena Novikova nella categoria Solo, ieri sull’anello della 24H di Finale si sono dati il cambio i concorrenti dei Team, agguerriti più che mai per la lotta per il titolo.

Il team più veloce, sia nella categoria femminile che in quella maschile è stata la squadra italiana MTB Santa Marinella (con i Team Santa Marinella – Salese Cycling nei T8 Uomini e MTB Santa Marinella Women nei T8 Donne), che contando anche la vittoria assoluta nei Solo di ieri si può dire che ha fatto l’en plein! Chapeau!

“Siamo contentissimi è una grande soddisfazione, quando ci muoviamo lo facciamo per cercare di ottenere il risultato migliore e in questa occasione ci siamo proprio riusciti. Dietro tutto questo c’è un lavoro di mesi non indifferente che va al di là della prestazione e coinvolge tutti gli elementi della squadra” ha dichiarato a fine gara Elisabetta Dani, membro del direttivo della squadra Mtb Santa Marinella.

Se nelle donne il team centro italiano ha sbaragliato le avversarie di categoria nel T8 maschile lo scontro è stato serratissimo con il Team Cicli Boscaro che dopo aver più volte conquistato il top della classifica assoluta, si deve accontentare della seconda posizione a soli 6 minuti di distanza dal team vincitore.

Al terzo posto assoluto invece, con un giro in meno, troviamo un Team12, gli Ski Team Andromia che hanno letteralmente dominato la loro categoria con ben 5 giri in più degli inseguitori.

La categoria più combattuta è stata sicuramente la categoria T4 maschile con tutto il podio in ballo fino agli ultimi giri. Alla fine il titolo finisce nelle mani del team Pink Gili Swiss Racingteam per una manciata di minuti. Tra le donne ha primeggiato il MTB Team SC Oppenau.

Un applauso va fatto comunque a tutti i partecipanti agonisti e non che si sono messi in gioco al 100%, scontrandosi non solo con il tempo e la fatica, ma anche con un meteo che non ha certo aiutato a rendere le cose facili. Vento, freddo, nuvole, pioggia, caldo, sole, in 48h non si potevano avere condizioni più variabili.

Alla fine a vincere è stata la passione per la mountain bike che a Finale Ligure ancora una volta è emersa forte e coinvolgente.

Un ringraziamento speciale va fatto agli sponsor della manifestazione, a partire da Fiat, che con coinvolgenti iniziative attorno al nuovo modello Doblò Trekking ha saputo divertire il pubblico contribuendo allo spettacolo, ma anche Buff, ormai storico partner della 24H di Finale Ligure, Ferrino, NRC e Olmo.

Grazie anche ai tantissimi volontari che si sono offerti di dare una mano all’organizzazione nei compiti più disparati, dalla cucina, alla segreteria di gara, fino alla sicurezza e fettucciamento del percorso.

In calce le premiazioni dei team e le classifiche complete.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.