IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio: mercato in via Pera ridisegnati i posteggi e ora è più sicuro

Più informazioni su

Alassio. In più di vent’anni non era mai successo. Ma da sabato prossimo al mercato settimanale di via Pera ad Alassio ci sarà una rivoluzione. 

Da questa mattina i tecnici del Comune sono al lavoro per ridisegnare gli spazi che saranno occupati dalle bancarelle che dal 1994 erano state spostate da piazza Paccini oltre la ferrovia nei pressi delle scuole medie Ollandini. E’ una svolta epocale  ragionata dal Comune, in particolare dall’ufficio commercio e dalla polizia municipale.

Posti rigorosamente assegnati in base ad una graduatoria e “fissati” ora con una “risagomatura” che era necessaria anche ai fini della sicurezza. Attorno ad alcune bancarelle, come quella specializzata nella vendita del pollame, sono necessari gli estintori da utilizzare in caso di incendio e soprattutto occorre garantire una viabilità idonea in caso di intervento dei mezzi di soccorso qualora si verificasse un’emergenza.  Tutte direttive decise dai vigili del fuoco che il Comune e la polizia municipale, con questa rivoluzione che scatterà da sabato prossimo, hanno rispettato alla lettera.  Mettere mano al mercato settimanale di via Pera era quindi una procedura obbligatoria appunto per renderlo ancora più sicuro.

Discorso a parte merita poi un’eventuale spostamento. Da anni avanzano ipotesi diversi e anche le più disparate. L’ultima, di qualche mese fa, è che le bancarelle del mercato di Alassio potrebbero essere ospitate nel grande parcheggio dell’Istituto Salesiano a due passi dal centro cittadino.

Una soluzione però ancora tutta da definire, e che sembra trovare opinioni differenti tra i commercianti. Alcuni ambulanti sarebbero favorevoli allo spostamento in centro delle bancarelle, altri però obiettano che forse dai Salesiani non ci sarebbe spazio sufficiente per tutti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da On the Right

    Partiamo dalla fine, in Piazza Don Bosco ci starebbero benissimo ma ovviamente non ci starebbero i mezzi dietro quindi gli ambulanti dovrebbero scaricare il materiale da vendere, le bancarelle (come si è sempre fatto in passato) e portare via i furgoni.
    Estintori? Ma perchè, i mezzi speciali che usano GAS per cucinare o per altro non dovrebbero avere adatti sistemi anticendio e di sicurezza come quelli dei ristornati fissi? Ogni tanto si fanno dei controlli a questi mezzi vero?
    Comnunque una rivisitazione ci stà, anche perchè nella piazza oltre la piscina c’è sempre dello spazio vuoto e perchè alcune bancarelle (vedi frutta) sono veramente immense.
    Complimenti al Comune che stà adeguando una giusta location per il mercato per renderla più sicura e fruibile.