IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Via le auto, liberi i leoni”, una tavola rotonda ad Albenga

Incontro promosso dal DLF e dal Premio “Albingaunum Nino Lamboglia” in cui fondatore e direttore Pierfranco Quaglieni

Più informazioni su

Albenga. Martedì prossimo alle ore 21 alla Sala San Carlo di via Roma ad Albenga, si terrà un inconteo dal titolo “Via le auto…liberi i leoni” organizzato dal DLF e dal Premio “Albingaunum Nino Lamboglia” in cui fondatore e direttore Pierfranco Quaglieni terrà la relazione introduttiva dal titolo “La tutela del centro storico di Albenga”. Seguiranno altre due relazioni di Domenico Gaia (“Dalla storia dei leoni all’equivoco di un diritto assoluto”) e Gianni Ballabio (“Monsignor Giovanni Angelo Abbo, il poeta dei Leonii”). Conduce Stefano Pezzini, lettura dell’attore Roberto Bani.

“Le “Giornate di primavera” organizzate dal F.A.I. anche ad Albenga lo scorso 21 e 22 hanno mobilitato una moltitudine di persone che ha invaso il centro storico visitando bellissimi Palazzi solitamente chiusi al pubblico. E’ stata un’occasione straordinaria che ha messo in risalto una volta di più il terribile contrasto tra passione e cura – soprattutto dei privati, nei palazzi abitati – per tutelare e trasmettere alle future generazioni preziosi patrimoni d’arte e cultura e sciatteria, abbandono, decadenza, talvolta perfino compromissione, delle strutture pubbliche e anche di una privata, Piazza dei Leoni – spiegano i promotori dell’incontro – La suggestiva piazzetta ha ispirato poeti e artisti, ha affascinato il grande storico, studioso e archeologo Nino Lamboglia cui si devono restauri e valorizzazione del centro monumentale di Albenga, è vissuta come “patrimonio comune” dagli albenganese e da tutti gli amanti del bello, ma…appartiene alla Diocesi che trattandola con incredibile insensibilità e con una concezione anacronistica della proprietà l’ha trasformata in garage a cielo aperto, sempre pieno di auto. In barba a precisi vincoli architettonici che vietano tale destinazione. Incredibile scempio e oltraggio all’arte”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.