IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano, il Comune cerca “lavoratori occasionali” per interventi di piccola manutenzione

Toirano. Il Comune di Toirano ha appena pubblicato un bando di concorso per individuare disoccupati e inoccupati da utilizzare per interventi di pulizia e di piccola manutenzione del verde pubblico, degli edifici, delle grotte carsiche, delle strade, dei parchi, dei monumenti.

La selezione è rivolta a pensionati titolari di trattamento pensionistico obbligatorio, studenti in periodo di vacanza, titolari di disoccupazione straordinaria o speciale per l’edilizia, inoccupati, lavoratori in mobilità e altre categorie che richiedano l’erogazione di fondi di sussidiarietà.

I lavoratori dovranno anche fornire assistenza in occasione di manifestazioni sportive, culturali, fiere o eventi caritatevoli o in caso di emergenza. I selezionati saranno retribuiti con voucher del valore di 10 euro lordi (comprensivi di contribuiti Inps e Inail e compenso netto di 7.50 euro) per un totale di mille ore annue.

Tra i requisiti per la partecipazione ci sono: la maggiore età, la residenza nel comune di Toirano, l’assenza di condanne o carichi penali pendenti, l’idoneità fisica al lavoro, la cittadinanza italiana o europea (ma possono fare domanda anche gli extracomunitari che risiedono regolarmente in Italia da almeno 10 anni).

Il bando ha due obiettivi: dall’altro cerca di far fronte alla “cronica” carenza di personale delle pubbliche amministrazioni, dall’altro vuole sostenere i cittadini che versano in condizioni di bisogno.

Le domande per partecipare al bando, curato dal consigliere con delega alle politiche sociali Deni Aicardi, vanno presentate entro l’8 aprile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pinuccia

    Iniziativa degna di applauso ma come altrove, chiedo pure qui, perchè serve sempre la residenza in loco. Apriamo porte e non solo a chi viene dall’estero e davanti a una forma minima di offerta di lavoro perchè si limitano gli italiani in una residenza pur essendo nello stesso stato di bisogno? Perchè si favoriscono quelli del paese e basta? Non basta presentarsi al posto di lavoro? Io la vedo quasi come una discriminazione. Poi chissà… è legge e allora va bene così. Infondo le leggi in Italia non sono quasi mai giuste.