IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La foto dei Lettori di IVG.it

Toirano, grande festa per i cent’anni di Rina Lugaro foto

Toirano. La comunità toiranese è in festa per il secolo di nonna Rina. Ieri Caterina Lugaro, detta appunto Rina, ha spento ben cento candeline. A festeggiarla insieme ai nipoti il decano dell’amministrazione di Toirano, il presidente del consiglio Pietro Beccaria, e il parroco del paese Fabrizio Tonelli.

Rina Lugaro è nata il 15 marzo 1915 a Balestrino. A circa quattro anni si è trasferita a Toirano, dove vive tuttora. Si è sposata molto giovane, a soli 17 anni. Nel novembre 1932 ha dato alla luce sua figlia Celestina e due anni dopo il secondogenito Luca.

Rina Lugaro è stata una delle testimoni del terribile bombardamento che ha colpito Toirano il 12 agosto 1944 e che ancora oggi ricorda e racconta con grande lucidità. A quei tempi viveva con la famiglia nel Torracco. Non appena l’allarme bombe suonò, prese i figli e dopo aver percorso il ponte medioevale e via Costa si andò a rifugiare nella grotta di Santa Lucia insieme a decine di altri toiranesi.

Rina Lugaro ha dedicato la sua vita alla famiglia e al lavoro in campagna. Aveva dei terreni nella zona delle Marici e ogni giorno faceva avanti e indietro da casa ai campi a piedi. Quando negli anni ’60 acquistarono il primo carretto e poi un altro dotato di freni le sembrò di avere “le comodità più grandi del mondo”, perché finalmente non doveva più trasportare a mano i prodotti del suo lavoro.

Purtroppo la sua vita è stata costellata di dolori per la perdita del marito e dei figli, ma con grande forza è sempre andata avanti. Oggi può contare sui nipoti Marco e Anna e su tre pronipoti che adora. “Parliamo – spiegano i parenti – di una donna che in questo secolo è passata da avere a casa la luce di una candela fino ad arrivare alla luce di una lampadina. Per le nuove generazioni oggi queste cose sembrano lontane, ma ad ascoltarle dalla tenera voce di una donna di 100 anni sono racconti fantastici, rappresentano il patrimonio storico di un piccolo paese e di intere generazioni”.

Buon compleanno, Rina!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.