IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il FC Alassio annienta (9 a 0) il Cengio e si prepara alla festa risultati

Savona. Nulla è impossibile nel calcio. Più di cento anni di storia hanno insegnato che anche quando il risultato sembra scontato può succedere l’imponderabile.

Anche le più forti corazzate della storia hanno trovato la giornata storta o l’avversario che, almeno per 90’, rappresentasse un ostacolo insormontabile.

Non il FC Alassio di mister Di Latte e del presidente Vincenzi che, nel match clou della stagione, batte con un sonoro 9 a 0 anche il Cengio di mister Santin, la prima tra le formazioni terrestri.

Gli alassini danno una prova di supremazia che nessuno metteva in dubbio ma nella partita, sulla carta, più equilibrato mettono un nuovo sigillo ad una stagione che passerà agli annali della neonata società.

Le reti. Nella prima frazione vanno in gol Brignoli, Colli, Montalto e Tesoro (doppietta). Nel secondo tempo completano lo spettacolare 9 a 0 Brignoli, Gorlero, Dushi e ancora Colli.

Tra sette giorni, sul campo della Rocchettese, qualora il Cengio non dovesse battere il Sassello, potrebbe essere già il giorno della festa per Lupo, Montalto e soci.

Altrimenti i fuochi d’artificio potranno essere rimandati solo di sette giorni, in casa, nel match proprio contro la squadra della città degli amaretti.

Alle spalle delle prime due, rallenta il Val Lerone. I genovesi, vittoriosi sette giorni fa con il Murialdo, si fanno fermare (0 a 0) dal Riva Ligure con il Cengio che ringrazia mantenendo 5 punti sulla terza piazza.

Vittoria importante per il Murialdo (6 a 2) contro il fanalino di coda Cipressa.

Non tanto per la forza dei rivali né tanto meno per l’entità della vittoria ma perché, complici i risultati delle altre, i tre punti consentono a Bianco e compagni di accorciare sul Val Lerone ma, cosa più importante, di allungare a + 6 sul quinto posto che, visto il gap dal Cengio, non dovrebbe garantire i play off.

I valbormidesi – scesi in campo con Maruca, F. Ferraro, Melogno, Castello (cap), Salvo, Barlocco, Bianco, Santero, Di Mascio, Riolfo, Bertone (Zunino) – hanno vita facile.

Vanno in rete solo due giocatori ma fanno sei gol. Alla tripletta di Michele Bianco (uno su rigore), autore dell’ennesima grande prestazione, risponde Riolfo con lo stesso score.

Finisce in parità (0 a 0) anche la partita tra l’Olimpia Carcarese e il Sassello. Pareggio con gol (2 a 2) tra Riviera dei Fiori e Rocchettese.

Vittoria casalinga (3 a 1), infine, per la Virtus Sanremo con il Santa Cecilia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.