IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spotorno, l’Università del Golfo propone un convegno sui giganti del Mar Ligure

Spotorno. Proseguono gli appuntamenti aperti al pubblico che affiancano i corsi accademici proposti dall’Università del Golfo di Noli e Spotorno per l’anno 2014/2015. L’assessorato alla cultura di Spotorno comunica che domani alle 16.30 nella Sala Conferenze dell’Opera Pia Siccardi-Berninzoni di Spotorno si svolgerà un incontro dedicato all’ambiente a cura di Massimiliano Rosso, coordinatore delle campagne di ricerca in mare di Fondazione Cima del Campus di Savona.

Massimilano Rosso, ottenuto il dottorato di ricerca in monitoraggio ambientale, dal 2002 segue progetti di ricerca sui mammiferi marini, principalmente nel Mar Mediterraneo, su tematiche legate alla dinamica di popolazione, abbondanza, inquinamento e comportamento sociale. Negli ultimi dieci anni è stato invitato a partecipare a diversi progetti realizzati da importanti istituti internazionali di ricerca (Wood Hole Oceanographic Institution (Usa); Marine Mammal Research Center – University of British Columbia (Canada); Ciimar – Università di Porto (Portogallo) – Third Oceanographic Institute (Cina) ecc.) soprattutto legati all’ecologia di specie poco conosciute quali i cetacei deep-diver.

Rosso è anche Pi di uno studio di foto-identificazione-lungo termine sulla popolazione di balene dal becco del poco conosciuto del Cuvier nell’area Pelagos. La sua ricerca si rivolge la valutazione delle scorte di cetacei, dinamica di popolazione e bioenergetica, con particolare attenzione alle balene dal becco ecologia delle popolazioni.

L’accordo Pelagos per la salvaguardia del Santuario dei mammiferi marini nel Mediterraneo viene sottoscritto a Roma il 25 novembre 1999 dalla Francia, l’Italia e il Principato di Monaco. Entrato in vigore il 21 febbraio 2002, l’accordo si prefigge di promuovere azioni concertate e armonizzate tra i tre paesi firmatari per la protezione dei cetacei e dei loro habitat contro tutte eventuali cause di disturbo: inquinamento, rumore, cattura e ferite accidentali, turbativa.

Recentemente, lo scorso 14 giugno 2014, il Comune di Spotorno è entrato a far parte del santuario dei cetacei Pelagos, uno spazio marittimo di 87 mila 500 chilometri quadrati che fa parte di un accordo tra l’Italia, Monaco e la Francia per la protezione dei mammiferi marini presenti. Il Santuario ospita un capitale biologico di alto valore naturalistico per la presenza di numerose specie di cetacei, particolarmente numerosi in questo perimetro nella stagione estiva.

Non si tratta di una semplice adesione, ma comporta per i Comuni aderenti fattive e continue azioni per la protezione dei mammiferi marini, come il divieto di gare di imbarcazioni a motore off-shore (una delle principali cause di mortalità dei cetacei) e la segnalazione e l’assistenza di eventuali (e si spera rari) spiaggiamenti di mammiferi marini.

Durante l’intervento, inserito nel progetto “Università del Golfo” 2014-2015, verranno evidenziate e discusse le problematiche che minacciano la spravvivenza di questi splendidi animali (inquinamento, pesca illegale, ecc.). Verranno inoltre esposte anche alcune delle attività che Fondazione Cima svolge per il monitoraggio e la salvaguardia di queste specie in Mediterraneo. L’ingresso è libero.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.