IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sequestro Fotia, aziende bloccate: cresce la rabbia dei lavoratori, “siamo in mezzo alla strada” fotogallery video

"Siamo in mezzo alla strada”

Savona. Cresce la rabbia e la preoccupazione dei lavoratori delle aziende Scavo-ter e la P.D.F., finite sotto sequestro preventivo da parte del tribunale di Savona su richiesta della Dia di Genova. I mezzi sono bloccati, così come i lavori nei cantieri dove attualmente operano le ditte del gruppo Fotia.

gruppo Fotia

Così l’autista Paolo Lavagnini: “La situazione è ferma da una settimana. Manca interesse per il nostro problema. Viviamo dello stipendio che prendiamo e non possiamo continuare così: abbiamo famiglia, con mutui e affitti da pagare… E ora non possiamo lavorare”.

Dice un altro dipendente: “Aumenta la tensione e siamo pronti a qualsiasi iniziativa, anche perchè questa fase di stand by è insopportabile…Vogliamo riaprire le aziende e poter continuare i lavori nei cantieri. Ora come facciamo? Senza stipendio non possiamo vivere e siamo pronti a battagliare per riavere il nostro lavoro”.

“Abbiamo già perso delle commesse e se non possiamo operare ci saranno altre rescissioni di contratti in essere, peggiorando ancora la nostra condizione e quelle delle aziende interessate. Ci sentiamo davvero in mezzo alla strada e se non ci consentiranno di tornare a usare i mezzi aziendali in tempi brevi ci troveremo di fronte ad una situazione drammatica” aggiunge ancora l’operaio Claudio Calcagno.

E quanto all’inchiesta giudiziaria: “Un conto è la critica, un conto sono i fatti. Da quello che ho visto i miei datori di lavoro sono sempre in azienda e in deposito, non hanno messo dirigenti o altre figure professionali alla guida delle aziende per farsi i cavoli loro. Sono qui, nei cantieri e il rapporto con loro è continuativo” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da protestaligure

    Magari i lavoratori sono brave persone ma sapevano per chi lavoravano e come facevano ad agiudicarsi gli appalti