IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, trovati con un etto e mezzo di coca: in manette due italiani

I poliziotti hanno assistito ad una cessione "in diretta" e sono scattate le perquisizioni

Savona. Ieri pomeriggio i poliziotti della Questura di Savona hanno arrestato due persone, Giovanni Gallina, 47 anni, e G.D., di 51, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le manette sono scattate nell’ambito di un servizio antidroga organizzato in centro città dalla Squadra Mobile: i poliziotti hanno notato Gallina cedere un involucro a G.D. e si sono insospettiti. A quel punto gli agenti hanno controllato entrambi ed è saltata fuori la droga.

G.D. aveva addosso circa 5 grammi di cocaina, contenuti nell’involucro appena ricevuto da Gallina, che invece è stato trovato in possesso di circa 155 grammi della stessa sostanza. Parte dello stupefacente, circa 5 grammi, erano nascosti in casa dell’uomo, mentre il resto della polvere bianca (in parte già divisa in dosi) era stata sistemata in una sorta di ripostiglio condominiale che si trova nel portone della sua abitazione. Insieme alla cocaina i poliziotti hanno sequestrato anche materiale per il confezionamento delle dosi.

Questa mattina G.D., che era incensurato, è stato processato per direttissima in tribunale ed ha patteggiato dieci mesi di reclusione. L’uomo, assistito dall’avvocato Chiara Vigliero, in aula ha precisato che la droga era esclusivamente per uso personale. L’imputato ha anche raccontato di aver acquistato le dosi perché era stato da poco sottoposto ad un intervento chirurgico in alcune pagine web aveva letto che l’assunzione di cocaina avrebbe favorito la guarigione della cicatrice post intervento.

Gallina, per il quale la contestazione è più grave, sarà invece interrogato dal gip per la convalida dell’arresto nei prossimi giorni.

Secondo quanto accertato dagli inquirenti, la droga sequestrata era pura e di conseguenza aveva un valore di mercato piuttosto elevato (i poliziotti hanno stimato che potesse essere venduta al prezzo di 100 euro al grammo).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.