IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Libera festeggia i suoi vent’anni: giornata con Giovanni Impastato

Savona. Libera compie 20 anni. E per celebrare i suoi “Venti Liberi”, l’associazione contro le mafie fondata da don Luigi Ciotti ha deciso di organizzare una festa in compagnia di Giovanni Impastato, testimone di impegno civile e fratello di Peppino, ucciso nel 1987 da Cosa nostra per la sua ribellione alla famiglia mafiosa. Giovanni Impastato incontrerà prima gli studenti della città al Liceo Della Rovere e all’istituto Boselli-Alberti e poi la cittadinanza in due appuntamenti pubblici.

Alle 17.30 nella Sala Rossa del Comune di Savona si terrà un incontro al titolo “I 20 anni di Libera tra memoria e impegno” a cui parteciperanno Stefano Busi, referente regionale di Libera Liguria, e Dina Molino, referente provinciale di Libera Savona (modera Alberto Russo di Libera Savona). Verranno ripercorse le battaglie degli ultimi anni, con un focus sul progetto SOS Giustizia, che supporta le vittime della criminalità, di usura e racket.

Alle 20 nel Circolo Arci di Cantagalletto si terrà la “Cena della legalità” proprio a sostegno del progetto SOS Giustizia. Si cena insieme a Giovanni Impastato, con i prodotti di Libera Terra che arrivano dai terreni confiscati alla criminalità (prenotazioni al 3493261169),

Le iniziative (che hanno il patrocinio del Comune di Savona e la collaborazione di Coop e Arci) fanno parte dei “100 passi” di Libera Savona verso il 21 marzo, “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”: quest’anno la manifestazione nazionale (che 3 anni fa si tenne in Liguria) si svolgerà a Bologna.

A Savona l’appuntamento è per martedì 24 marzo, con un corteo che partirà alle 9 dal Prolungamento per arrivare alle 10.30 in piazza Sisto IV, dove saranno letti i nomi delle oltre 900 vittime innocenti di mafia. A seguire lo spettacolo “Il pane quotidiano” a cura del Liceo Della Rovere.

Ma il “tour” di Giovanni Impastato nel savonese non si esaurisce qui. Il fratello di Peppino, infatti, è ospite della 8^ edizione della “Settimana di incontri e di impegno antimafia”, manifestazione promossa dal Centro Culturale Felicia di Sanremo.

La rassegna, iniziata nel 2008 in occasione del trentennale della morte di Peppino Impastato, si propone come un momento di confronto e di analisi, che coinvolgerà molti studenti delle scuole, attraverso gli incontri che si terranno tutti i giorni al mattino, ma anche associazioni impegnate sul tema della legalità con la programmazione di diversi dibattiti aperti al pubblico con la presenza di giornalisti, studiosi e membri delle istituzioni. Una rassegna, che partita da Genova domenica 8 marzo, dopo aver toccato numerose altre città del ponente ligure come Loano, Alassio e Albenga, si concluderà a Savona il 14 marzo con una iniziativa pubblica sul tema della speculazione edilizia. Una settimana ricca di stimoli ed articolata in varie tappe, che consentiranno ai partecipanti una riflessione sui temi della mafia e dell’illegalità

Giovedì mattina Impastato incontrerà le scuole di Loano, mentre al pomeriggio sarà ad Alassio con gli studenti delle medie.

 

Alle 21 presso l’auditorium della Biblioteca Deaglio di Alassio, Impastato presenterà l’ultimo libro, “La memoria e l’arte”, dedicato all’attività di Casa Memoria, la casa museo della famiglia Impastato. A introdurre la serata Claudio Porchia, Presidente del “Centro Peppino Impastato” di Sanremo. Un incontro per parlare di legalità attraverso le pagine di “La memoria e l’arte”, pubblicato dall’associazione “Casa Memoria Felicia” il 7 dicembre dell’anno scorso, in occasione della decima ricorrenza della scomparsa di Felicia, la mamma di Peppino. Il volume si articola in due parti: la prima raccoglie le esperienze vissute a “Casa Memoria” e una catalogazione delle opere d’arte presenti, mentre la seconda è dedicata al Mulinazzo, avamposto dell’economia rurale e della socialità dei cinisensi, devastato dalla costruzione della terza pista dell’aeroporto Punta Raisi, oggi Falcone e Borsellino.

Venerdì mattina sarà poi al liceo di Albenga, mentre sabato sera alle 21 sarà a Savona per un’iniziativa pubblica organizzata alla Libreria Ubik sul tema della speculazione edilizia con Donatella Albano (membro Commissione antimafia) e La Casa della Legalità. Modera l’incontro il giornalista Claudio Porchia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.