IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali, sopravvive il listino. Paita: “Lo aboliremo quando vinceremo, ora lo useremo per rinnovare la politica ligure”

Regione. “Non volevamo il listino, lo aboliremo non appena saremo chiamati a governare”. Così l’assessore regionale (nonché candidato del Pd alla presidenza della Regione) Raffaella Paita interviene dal suo profilo Facebook a proposito della sopravvivenza del “listino”, che è stata al centro di un lunghissimo e molto agguerrito consiglio regionale giusto due giorni fa.

Un risultato che pare non aver soddisfatto completamente la vincitrice delle primarie del Partito Democratico, la quale promette comunque di sfruttarlo al meglio: “Voglio usarlo per fare ciò che serve alla Liguria: rinnovamento della classe dirigente con l’iniezione di giovani, rappresentanti e amministratori del territorio. Ci saranno donne e candidati con esperienza amministrativa. Alla destra lasciamo i soliti ragionamenti conservatori”.

Raffaella Paita aveva precisato le sue intenzioni circa le modifiche da apportare alla legge elettorale ligure subito dopo la fine dell’ultima assemblea regionale: “No al porcellum al pesto, sì a maggioranze stabili e certe, sì a una rappresentanza centrale delle donne nella vita politica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pinco
    Scritto da pinco

    L’impudenza e la sfrontatezza non hanno limite: sostenere che uno degli strumenti più odiosi e antidemocratici come il LISTINO serva all “rinnovamento della classe dirigente con l’iniezione di giovani..” cioè SERVA A FAR ENTRARE PERSONE SENZA CHE PASSINO ATTRAVERSO IL CONSENSO POPOLARE DELLE ELEZIONI credo sia l’emblematica espressione del potere che MISTIFICA LA REALTA’ e OFFENDE L’INTELLIGENZA DELLA GENTE.