IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali, Matteo Piccardi candidato presidente del partito comunista dei lavoratori

Dice Marco Ferrando: "La nostra presenza elettorale in contrapposizione a Paita è perfettamente coerente con la nostra scelta di fondo: quella di stare sempre e solo dalla parte dei lavoratori"

Regione. L’ex consigliere comunale di Finale Ligure Matteo Piccardi sarà il candidato presidente della Regione del Partito Comunista dei Lavoratori. La decisione è recente: “Non è più un’intenzione, è ormai un fatto – spiega il portavoce nazionale del Pcl Marco Ferrando – Il nostro partito ha ultimato la raccolta delle firme necessarie per la presentazione delle liste. Un risultato ottenuto attraverso una presenza costante sul territorio con banchetti, presidi, incontri, in particolare a Genova, a Savona e nelle relative provincie”.

“Altre sinistre si sono azzuffate senza risparmio di colpi sulle pagine dei giornali per disputarsi lo spazio a sinistra di Paita. Sono le stesse sinistre (Sel, Prc) che per 10 anni in varie forme hanno sostenuto Burlando e il burlandismo, oltre ad essere abbracciate al Pd nelle principali giunte comunali della Regione. La loro presenza elettorale autonoma è solo conseguenza del fatto di essere state scaricate dal Pd renziano. Ma il loro obiettivo è ricomporre il vecchio caro centrosinistra delle origini. Pastorino è in fondo una costola temporaneamente separata della comune famiglia del centrosinistra in lista d’attesa per la riammissione in famiglia”.

Diverso il punto di vista del Pcl: “Il Pcl è altra cosa. Siamo stati e siamo all’opposizione del centrosinistra come del centrodestra. Siamo nati in alternativa al governismo della sinistra cosiddetta “radicale”, che da un lato parla di lavoratori e dall’altro insegue assessorati e ministeri per governare a braccetto con gli avversari dei lavoratori, a partire dal Pd. La nostra presenza elettorale in contrapposizione a Paita è perfettamente coerente con la nostra scelta di fondo: quella di stare sempre e solo dalla parte dei lavoratori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. F.Nietzsche
    Scritto da F.Nietzsche

    Vorrei vedere Piccardi se in seguito ad un inaspettato (quanto impossibile) exploit elettorale gli fosse proposto un assessorato..vorrei vedere se rifiuterebbe per stare “dalla parte dei lavoratori” lui che sta costruendo una carriera “non lavorando”.

  2. Scritto da anto03

    MA ESISTE ANCORA IL PARTITO COMUNISTA? MA NON SI VERGOGNANO?