IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali 2015, il Pd rompe gli indugi: ecco la squadra

Due uomini e due donne; un assessore regionale uscente, due ex sindaci e un sindaco in carica

Provincia. Luigi De Vincenzi, Mauro Righello, Lorena Rambaudi e Marina Lombardi. Due ex sindaci, un sindaco in carica e un assessore regionale uscente: ecco la squadra con cui il Pd savonese tenterà la scalata alla Regione Liguria.

Manca ancora l’investitura ufficiale del direttivo provinciale, che si terrà venerdì prossimo 1 aprile, e poi il “timbro” di quello regionale (dopo Pasqua), ma i giochi ormai sono fatti. La scelta è ricaduta su due uomini e due donne, in piena “par condicio” di genere; quattro nomi in grado di mietere consensi nelle diverse aree geografiche della provincia, per rappresentare tutto il territorio.

Percorso simile, quello di Luigi De Vincenzi e Mauro Righello. Entrambi ex sindaci (il primo di Pietra Ligure, il secondo di Millesimo) per due mandati, ed entrambi ancora molto amati nei rispettivi territori. Dopo le scorse amministrative sono rimasti “in standby” in attesa di una chiamata regionale. Ci hanno puntato forte, ed è puntualmente arrivata: a loro ora il compito di fare il “pieno” di voti nel ponente (De Vincenzi) e in Valbormida (Righello).

Percorso molto diverso, invece, per le due donne. Lorena Rambaudi è il veterano del gruppo: approdata in Regione 5 anni fa, dopo l’esperienza in Comune a Savona come assessore al sociale, ha ricoperto lo stesso ruolo nella giunta Burlando, ed ora torna davanti agli elettori per avere conferma del proprio operato. Il suo compito è quello di rappresentare Savona, dove prima di essere assessore comunale era già molto nota per la propria attività professionale in una cooperativa sociale.

La new entry è invece Marina Lombardi, attuale sindaco di Stella. A differenza dei tre “compagni di squadra”, già da tempo in predicato di far parte del gruppo quando non già certi del posto, la candidatura di Lombardi è arrivata più di recente: ristoratrice nella vita e politica per passione, milita nelle file del PSI (non ha quindi tessera del PD come gli altri, ma per lei ha giocato il Patto di Federazione). Può vantare un percorso politico altrettanto importante: sindaco dal 2011, lo scorso anno ha sognato il Parlamento Europeo nella lista di Cofferati. A lei il compito di portare a casa i voti del levante savonese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ramarro

    WoW!