IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Raddoppio ferroviario, countdown dei pendolari per la San Lorenzo-Andora: “Giugno 2016? Ci crediamo poco” fotogallery

L'iniziativa del Comitato Utenti Trenitalia del ponente ligure

Ponente. Una pagina Facebook con tanto di countdown che segnerà il tempo che manca da qui al raddoppio completo della linea ferroviaria tra San Lorenzo al Mare e Andora. E’ l’ultima iniziativa, provocatoria, decisa dal Comitato Utenti Trenitalia del ponente all’annuncio fatto poche settimane fa dall’assessore regionale ai Trasporti Enrico Vesco che aveva assicurato che nel prossimo orario di giugno 2016 si viaggerà iù velocemente in quel tratto di linea a cavallo delle province di Savona e Imperia. “Il countdown che verrà attivato a breve – sottolineano i membri del Comitato Utenti Trenitalia del Ponente – servirà proprio per verificare quanto detto dall’assessore. Noi ci crediamo poco e ogni giorno su Facebook aggiorneremo lo stato di avanzamento dei lavori”.

I membri del Comitato sono sul piede di guerra anche dopo l’introduzione del treno Thello, che è stato attivato da una società franco-italiana e che ha sostituito un treno Intercity. “Temiamo il lento ed inesorabile smantellamento dei treni Intercity lungo la linea del ponente ligure, con gravi disagi per i viaggiatori e i pendolari“, affermano.

Come si è arrivati all’introduzione dei treni a mercato? “Fino al dicembre 2014, col servizio universale, parte dei costi degli IC erano sostenuti dallo Stato Italiano, in base ad un contratto tra Trenitalia e CIPE, scaduto appunto alla fine del 2014 – rispondono dal Comitato -. Ciò significa che altri Intercity potrebbero sparire ed essere sostituiti da Thello o da altre compagnie ferroviarie”.

“Con Thello – spiegano dal Comitato – non valgono più i carnet di prenotazione dei posti a sedere. E siamo sicuri che in futuro non mancheranno altre sorprese, ma soprattutto temiamo che quella di trasformare gli IC in Thello sia la premessa per sopprimerli… visto il non soddisfacente andamento economico dell’offerta”.

E i responsabili del Comitato Utenti Trenitalia del ponente insistono affinché la Regione Liguria, che non ha competenze dirette né sugli IC, né tanto meno su Thello, che si impegni affinché vengano introdotti treni regionali veloci, con tempi di percorrenza paragonabili agli attuali IC: “Abbiamo già formulato queste istanze in più occasioni, ma i risultati, finora, sono stati avvilenti, ma non per questo la nostra battaglia si fermerà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.