IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prima Categoria, il Pietra è irrefrenabile. Vittorie preziose per Andora e Altarese risultati

Savona. Non ce n’è per nessuno! Il Pietra chiude – di fatto anche se nella sostanza mancano ancora 6 punti per la matematica certezza della promozione – il campionato di Prima Categoria andando a vincere (3 a 2) in casa del Camporosso di mister Lettieri.

I ragazzi di mister Ferraro continuano nella marcia trionfale intrapresa il 21 settembre con la squillante vittoria casalinga (5 a 1) alla Sanremese nella prima giornata di un campionato che sta diventando sempre più trionfale.

Da allora i savonesi hanno conquistato la bellezza di 58 punti frutto di 17 vittorie, 7 pareggi ed una sola sconfitta, all’andata, con l’Altarese.

Alle sue spalle si sono alternate più compagini – a 5 partite dalla fine ora è la volta dell’Andora di mister Pisano – ma nessuna ha retto il ritmo forsennato impresso dalla capolista.

Ora si guarda al calendario. La festa potrebbe esplodere tra tre settimane, il 12 aprile alla ripresa delle ostilità dopo lo stop pasquale quando il Pietra andrà a far visita alla Baia Alassio di mister Porcella. Ma, tra sette giorni, i calciatori di Ferraro potrebbero festeggiare se in casa riuscissero ad avere la meglio della San Stevese e il Pallare facesse lo sgambetto all’Andora. In quel caso, il distacco sarebbe di 13 punti, troppi anche per la matematica. Le reti degli ospiti che decidono il match portano la firma di Rizza, Murabito e Serra.

La corsa play off. Quasi assegnato, come detto, il primo posto, l’attenzione si sposta sulla lotta per le piazze che varranno gli spareggi promozione.

Quattro o tre i posti disponibili a seconda se il gap tra le rivali rimarrà sotto i 7 punti o sarà uguale o superiore al limite imposto dalla federazione da questa stagione.

Dopo la venticinquesima giornata, quando mancano solo 450’ alla fine della regular season, in pole si porta l’Andora. La squadra di mister Pisano batte con un rocambolesco 4 a 3 la Sanremese e sale a 48 punti. Se il campionato finisse oggi, Garassino e soci volerebbero direttamente al secondo turno play off considerato il vantaggio (+7) sul Bordighera.

La partita è ricca di emozioni. Passano subiti gli andoresi con capitan Garassino su calcio di rigore ma un autogol di Gara rimette le cose sui binari di parità. Ci pensa, però, ancora il capitano, su punizione, a mandare gli andoresi in vantaggio al riposo.

Nel secondo tempo, i ragazzi di Pisano prendono il volo con Bianco che, di testa, trova il gol del 3 a 1. Ma ancora una volta la reazione della Sanremese non si fa attendere e si va sul 3 a 2. Chiude il discorso Fontana prima che gli ospiti trovino il 4 a 3 che varrà solo per le statistiche.

In terza posizione, a 2 lunghezze dagli andoresi, il Camporosso proverà a ripartire da domenica prossima quando farà visita al Celle di mister Magalino.

Torna alla vittoria, l’Altarese. In casa contro la Dianese, i valbormidesi vincono (2 a 1) contro la Dianese e rimangono con il mirino puntato su Andora e Camporosso lontani solo, rispettivamente, 3 ed 1 punto. La partita, inutile dirlo, la decide il giocatore migliore dei valbormidesi, Riccardo Quintavalle che realizza la doppietta decisiva.

Se le prime 4 posizioni sembrano salde, più avvincente appare la lotta per la quinta piazza. Il Pallare di mister Bagnasco, dopo il pareggio rocambolesco (4 a 4) con la Baia Alassio, si ferma (2 a 1) anche in casa dell’Ospedaletti e viene scavalcato in classifica.

Nella prima frazione di gioco, gli ospiti avevano trovato il vantaggio ma, nella ripresa, gli imperiesi reagiscono e trovano prima il pareggio e poi il gol dei tre punti.

I valbormidesi restano a 40 punti e vengono appaiati in graduatoria proprio dai rivali di giornata. Ma a rendere ancora più amara la giornata per il Pallare, ci pensa il Bordighera Sant’Ampelio. Gli imperiesi soffrono sul campo della San Stevese – 4 a 2 il risultato – ma si portano a 41 punti.

In corsa per la quinta posizione, infine, rimane anche il Golfodianese che, in casa, non ha problemi ad avere la meglio (6 a 0) del sempre più ultimo Sciarborasca; una vittoria che consente agli imperiesi di rimanere a 3 punti di distanza dalla quinta posizione.

 

La lotta play out. Nelle zone basse della graduatoria, gli occhi di tutti erano puntati sul match tra Pontelungo e Celle Ligure. Reduci da un percorso positivo nelle ultime giornate, entrambe le squadre andavano alla ricerca dell’allungo decisivo.

Alla fine, lo 0 a 0 potrebbe non scontentare nessuna delle due contedenti. Se il Celle, infatti, resta fuori dalla zona play out, la nota lieta per gli ingauni arrivano dalle sconfitte delle ultime tre. Gli stop di Sciarborasca, Sanremese e San Stevese, infatti, qualora il campionato finisse dopo il fischio finale odierno, salverebbero, il Pontelungo che vanta un vantaggio di 8 lunghezze sulla Sanremese,

Brutto stop, invece, per la Baia Alassio. I ragazzi di Porcella cedono in casa (3 a 1) con il Don Bosco Vallecrosia ma la salvezza rimane a portata per gli alassini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.