IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carige, Lalla confermato difensore civico: sì unanime dal Consiglio regionale video

Liguria. Il presidente del Consiglio regionale Michele Boffa ha comunicato l’esito della riunione dei capigruppo allargata a tutti i consiglieri regionali nella quale Francesco Lalla è stato confermato all’unanimità nell’incarico di difensore civico. L’ex procuratore aveva rimesso il mandato nelle mani del Consiglio dopo la polemica sullo scandalo Carige e i rapporti con l’ex presidente della banca Giovanni Berneschi.

Il presidente ha aggiunto: “Avendo ricevuto una lettera dal dottor Francesco Lalla, difensore civico, nella quale sottolinea che, tenendo molto all’ufficio del difensore e al servizio che rende ai cittadini, ritiene che non debba esserci la minima ombra sulla sua persona ed esprime la decisione di rimettere il suo mandato alle considerazioni dell’Assemblea”.

Boffa ha aggiunto che “vista la lettera – comprensiva delle spiegazioni che il dottor Lalla ha reso nel corso di una conferenza stampa – i capigruppo si sono espressi che, “considerato il rigore morale e la coscienza civile da sempre dimostrata dal dottor Francesco Lalla, ne riconoscono l’alta professionalità e la competenza e confermano all’unanimità la fiducia per il proseguo dell’incarico”.

Boffa ha quindi ricevuto il consenso unanime dell’Assemblea regionale a rispondere in questi termini alla lettera del difensore civico Lalla.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ulisse

    Ohibò! non se ne poteva fare a meno. Sarà l’unico in una città di oltre mezzo milione di persone che può ricoprire quell’incarico!
    L’etica in certi palazzi evidentemente non è di casa…