IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pediatria Santa Corona, Forza Italia appoggia la petizione e “sfotte” Neirotti: “Sembra il corvo Rockfeller” foto video

Il direttore dell'Asl2 paragonato a un pupazzo dagli ingauni Ciangherotti e Perrone: i "ventriloqui" sarebbero in questo caso Burlando e Paita

Albenga. “Quando il Direttore generale dell’Asl savonese Flavio Neirotti afferma che una raccolta firme a difesa della degenza della Pediatria dell’Ospedale di Santa Corona non servirà a nulla, si trasforma in Rockfeller, il corvo antropomorfo di Josè Luis Moreno, che in questo caso è animato dal duo ventriloquo Burlando-Paita”. Ricorrono ad un parallelo quantomeno pittoresco i consiglieri comunali di Forza Italia Albenga, Eraldo Ciangherotti e Ginetta Perrone, per definire le parole di Neirotti sulla soppressione della lunga degenza all’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure: il paragone è addirittura con il celebre pupazzo della tv degli anni 80, il corvo in frac.

“Questo è un altro segnale di malgoverno della sanità pubblica targata Burlando-Paita e compagni – prosegue la nota – di cui non possono non tener conto gli utenti, le famiglie con i tanti bambini al seguito che al reparto di Pediatria di Santa Corona vorrebbero funzionale la degenza per la cura delle patologie pediatriche. Se la spending review sanitaria degli ultimi 24/36 mesi porta ad una riduzione dei tempi di degenza al reparto di pediatria del Santa Corona a favore dell’Ospedale di Savona, allora la popolazione del territorio albenganese e finalese si faccia due conti prima di andare a votare convintamente il PD alle prossime regionali di maggio. Sarebbe come preferire il rischio di morire“.

“Forza Italia Albenga raccoglierà, da oggi, in varie occasioni da comunicarsi a breve, le firme a favore della Pediatria dell’Ospedale Santa Corona e chiederà anche al Centro Aiuto Vita-ingauno di lavorare per sensibilizzare le famiglie alla difesa di questo reparto” concludono i forzisti ingauni Ciangherotti e Perrone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pinco
    Scritto da pinco

    Chi mal intende peggio risponde. Se avessi letto il post bene avresti inteso che non sono certo gli interventi di questo tipo per arginare e contrastare quello che giustament eosservi tu e che mi trova daccordo, pur osservando che le responsabilitò non vanno certo ricercate a livello locale bensì a quello regionale, da sempre la stanza dei bottoni sanitaria, anche quando nel 2012 commissionarono a terzi di fare il “lavoro sporco” per non infangar el’immagine dei consiglieri e per non andar esotto con i numeri in consiglio.
    L’articolo di per sè non offre nessun elemento di interesse, che non può certo essere rappresentato sa un tentativo di satira mal riuscito peraltro. Ma tutto ciò non significa certo che io non condivida le motivazioni ,,,anzi!… infatti a fine post consigliavi addirittura di prendere ripetizioni da chi sa come muoversi in questo settore…

  2. pinco
    Scritto da pinco

    DI MODESTISSIMO SPESSORE QUESTO INTERVENTO A GAMBA TESA ORCHESTRATO con argomenti dei cartoni animati, senza nessuna concreta motivazione ( e si che ce n’erano tante di cose da dire.. ) ,,,senza nessun riferimento concreto, solo facendo leva sullo sfottò, peraltro anche poco divertente.
    PER ESSERE CREDIBILI OCCORRE ANCHE MOSTRARE COMPETENZA E SAPER RIBATTERE CON ARGOMENTI SOLIDI… NON BASTA L’UMORISMO. QUALCHE RIPETIZIONE PRIVATA IN PIU’ DA MARCO NON FAREBBE MALE…

    1. poubelin
      Scritto da poubelin

      Non sono un estimatore di “sforza Italia”, ma devo ammettere che per 139.000 euro (lordi) percepiti nel 2013 da questo signore, che “dovrebbe” gestire la nostra salute e lo fa semplicemente tagliando i servizi, bhè…mi sembra sia più mediocre il suo operato e il tuo intervento, che difendi ad oltranza questa cricca regionale tronfia dei voti di quei poveri anziani che vengono spaventati con fantasmi di 70 anni fa e che foraggia i “diversamenteitaliani” per avere i loro consensi futuri ( e…vedi Roma…anche qualche altro obiettivo), allora non c’è dubbio… la nostra comunità ha il destino segnato.